Inter-Sanchez, una clausola rende possibile la rescissione a giugno

Alexis Sanchez chiede più spazio, ma per Simone Inzaghi, il cileno, è solo la quarta punta dell’Inter, dietro a Lautaro, Dzeko e Correa. Così qualche giorno fa l’ex United si è lasciato andare a uno sfogo social, non il primo da quando veste nerazzurro, siccome qualche dissenso lo aveva già manifestato nel corso dell’era Conte. 

LA CLAUSOLA – “Renditi conto. Tu puoi valere molto ma se sei nel posto sbagliato non brillerai”. Questo il testo pubblicato dal calciatore sul proprio profilo Instagram, parole che sembrano l’anticamera di un addio, che potrebbe addirittura consumarsi a gennaio. Ma c’è un altro dettaglio, molto interessante, relativo al contratto in essere tra Alexis Sanchez e l’Inter, un particolare finora mai emerso: la scadenza dell’accordo è fissata a giugno del 2023, ma l’Inter, al momento della firma, si è tenuta la possibilità di risolvere unilateralmente il contratto un anno prima, e cioè nel giugno del 2022, liquidando il calciatore con una buonuscita da circa 4,5 milioni di euro. 

ADDIO ANTICIPATO ? Un’eventualità che l’Inter potrebbe effettivamente concretizzare con i fatti, ma se Sanchez dovesse trovare già nella prossima sessione di mercato una piazza in grado di soddisfare le sue esigenze, le parti potrebbero lasciarsi addirittura a gennaio. Una circostanza che renderebbe felice entrambe le parti: Sanchez che andrebbe a giocare con maggiore continuità, e l’Inter, che saluterebbe un calciatore su cui ha ormai smesso di fare affidamento. Ovviamente nel tentativo di trovare sul mercato un vice Dzeko. La storia tra Sanchez e l’Inter è vicina alla conclusione, si tratta di capire se l’addio di consumerà a gennaio o a giugno.

Precedente Germania-Romania: il risultato esatto può valere 300€ in buoni Amazon Successivo Rimpatriata a Torino: Conte-Lukaku, incontro al J Hotel

Lascia un commento