Inter, ricarica Lukaku. Domenica in gruppo dopo un’estate di “lavoro”

Romelu tra Sardegna e Usa allenandosi, portando avanti la propria ‘azienda’ e prendendo voli privati per evitare rischi di contagio. Il messaggio agli juventini: “I campioni siamo noi”

Il capopopolo sta tornando, pronto per una nuova stagione di gol ed emozioni. Domenica Romelu Lukaku si riprenderà l’Inter e conoscerà e abbraccerà Simone Inzaghi, con cui ha avuto modo di parlare al telefono durante le vacanze. Due uomini in missione, per mantenere l’Inter sul tetto d’Italia e respingere il ritorno della Juve di Allegri e Ronaldo. Rom lo farà con lo stesso orgoglio con cui ieri ha risposto allo sfottò di un tifoso sui social, che gli chiedeva se tutti questi allenamenti serviranno ad uscire “dalla tasca di Chiellini”: “Sono felice per l’Italia… però i campioni dell’Italia siamo noi dell’Inter, ricordatelo”. Per confermare lo status di campione, Lukaku arriverà a Orlando già in ottima forma, come si intuisce dai video postati in questi giorni in rete: allenamenti all’alba, a torso nudo, per mostrare al mondo il suo strapotere fisico e la sua voglia di continuare ad essere dominante. Lukaku è ormai il simbolo indiscusso dell’Inter, leader tecnico e carismatico. Un uomo del popolo, che ha voluto celebrare lo scudetto in mezzo alla sua gente, girando in auto per Milano con la testa fuori dal tettuccio dell’auto e sventolando la maglia nerazzurra. Come un tifoso qualsiasi, come chi sa bene quale sia diventato il suo status all’interno del pianeta Inter. Fa nulla se non ci sarà più Antonio Conte, l’allenatore che lo ha trasformato da ottimo attaccante ad arma di distruzione. Romelu ha più consapevolezza di se stesso e piena coscienza del suo ruolo all’interno del gruppo, e di cosa deve fare per continuare a vincere.

Archiviata la delusione per l’Europeo, Romelu si è rifugiato nel calore della famiglia e degli amici più cari in Belgio. E delle tante persone che lavorano al suo fianco per permettergli di non avere pensieri e rimanere sempre focalizzato sul suo lavoro. Le sue vacanze sono state un mix di relax, mare, allenamenti e appuntamenti di lavoro. Sì, perché Lukaku non è solo un calciatore ma una vera industria in movimento e la sua partnership con Roc Nation lo sta trasformando in icona mondiale. Romelu ha fatto tappa in diversi posti, portandosi dietro le persone indispensabili. Mamma Adolphine e il figlio Romeo, il suo fisioterapista personale Oscar e il team di Roc Nation che ne cura l’immagine. Con in mano il programma di allenamento stilato insieme all’Inter, Romelu è partito dalla Sardegna per poi spostarsi in America. Nel tour estivo, ogni spostamento è avvenuto con voli privati, per tutelarsi al massimo contro la possibilità di esporsi al rischio contagio.

Prima tappa a New York, per incontrare Jay-Z negli uffici di Roc Nation, festeggiare insieme lo scudetto vinto e ragionare su come far diventare sempre più dominante anche la sua immagine. Poi trasferimento a Miami, dove ha cominciato ad allenarsi in vista della nuova stagione. Ed è lì che ha svolto una seduta con Chad Johnson, ex stella della Nfl: Romelu è un perfezionista e ha voluto chiedere a Ochocinco alcune dritte sugli allenamenti, per essere ancora più esplosivo in campo. Ora Romelu è alle Isole Turks e Caicos, in pieno oceano Atlantico. Ultimi giorni di relax con famiglia e amici, con la solita parentesi dedicata all’allenamento. Le buone abitudini non cambiano, come il desiderio di vincere con la maglia dell’Inter.

Precedente Satriano, l'attaccante non stop che sta facendo impazzire l'Inter e Inzaghi Successivo Vina alla Roma?/ Calciomercato news, l'allenatore è criptico sul suo impiego

Lascia un commento