Inter, ora chiamatelo Dzegol: una rete tira l'altra

Un gol tira l’altro, Dzeko ci ha preso gusto e non ha bisogno di essere sollecitato. Tre reti in tre giorni, il decollo di fine estate. Prepotente lo stacco anti-Fiorentina, dopo aver guarnito la doppietta di sabato al Bologna con un gol superlativo. Questo è bomber Edin, la parte migliore del suo repertorio s’inserisce nelle istantanee di due partite che hanno appena fatto ritrovare il passo all’Inter. E’ già il capo-cannoniere nerazzurro, il bosniaco: quattro gol (e un assist) in cinque partite, Dzeko visto così scoppia di salute. E ha pure dei margini di crescita. Intanto la sua media nell’Inter, in campionato, è già di un gol ogni 99,5 minuti. 

Inter, super rimonta sulla Fiorentina: anche Dzeko in gol

Guarda la gallery

Inter, super rimonta sulla Fiorentina: anche Dzeko in gol

DUELLO CON ZAPATA – Nell’ultimo gol di Dzeko, la capocciata che ha mandato per aria la Fiorentina martedì, c’è anche il retrogusto di un cambio annunciato – con Sanchez – e ritardato quel tanto che basta. Sapeva di avere i minuti contati, Edin, e si è fatto sentire in area. Alla sua maniera, del resto l’Inter sugli angoli ha imparato a rendersi micidiale. Varie ed eventuali dell’avvicinamento alla sfida con Zapata: speciale, perché ci sono anche i riflessi dell’ultimo mercato, quando Ausilio e Marotta hanno pesato con cura l’eredità di Lukaku. Dzeko non era solo un goleador da prendere a prezzo di saldo, per non gravare sul bilancio con l’acquisto del colombiano. In ogni caso, la candidatura di Zapata sembrava quanto di più immediato, una volta consumato l’addio di Big Rom. E sabato a San Siro i due, alternativi nel mercato interista e con caratteristiche similari, saranno avversari a San Siro. Con l’Atalanta che finora ha segnato appena un terzo dei gol in campionato rispetto all’Inter. Due giganti d’area a confronto, dopodomani. E Dzeko, l’implacabile, ha già realizzato più della metà di quanto prodotto l’anno scorso quando in A si era fermato a sette reti. Adesso sono quattro in un mese, Edin va di corsa. Per il bosniaco, però, l’Atalanta è spesso e volentieri indigesta: una sola vittoria ottenuta nell’arco di sette precedenti. 

Tutti gli approfondimenti sull’edizione del Corriere dello Sport – Stadio

CorrieredelloSport.fun, gioca gratis, fai il tuo pronostico e vinci Buoni Amazon!

Precedente Lazio, infortunio Zaccagni: ritorno previsto dopo la sosta Successivo Lazio, riecco Cairo: una motivazione in più per Immobile