Inter, le nuove armi sono a destra: profondità e imprevedibilità

La squadra di inzaghi riparte da una base solida, a cui il mercato ha aggiunto capacità negli inserimenti e nel dribbling. Il collettivo è chiamato alla seconda stella

Dal nostro inviato Davide Stoppini

3 agosto – tokyo

s arà pure come dice Darmian – nell’intervista che pubblichiamo in altra pagina – che la base dell’Inter resta la stessa della scorsa stagione. Una buona verità ma pure una mezza bugia. Perché tutto si trasforma, nulla resta uguale. Specie se nel motore metti calciatori con caratteristiche che non avevi. L’Inter sta cambiando perché cambiano gli interpreti. Perché sul mercato il club è andato a cercare il gol, l’assist e il dribbling. In sostanza, la pericolosità offensiva.

Precedente Messi, gol e nuova esultanza ispirata agli eroi Marvel Successivo La sera sul prato dello Stadium: d'estate la Juve apre le porte ai tifosi. Under 14 gratis