Inter-Lazio 3-1: Lukaku lancia Conte al primo posto, Inzaghi si ferma

MILANO – Nel segno di Lukaku. Grazie alla doppietta del centravanti belga e alla firma di Lautaro (su assist del numero nove), l’Inter batte la Lazio e sorpassa il Milan prendendosi il primo posto in classifica. Una prova di forza e solidità da parte della squadra di Conte, letale in attacco e compatta in difesa, che nella giornata degli scivoloni di Pioli e Pirlo vale doppio. Sfortunata nei momenti chiave, la squadra di Inzaghi interrompe così la striscia di sei vittorie consecutive e lascia San Siro con l’amaro in bocca.

Lukaku-Lautaro coppia gol: l’Inter stende la Lazio 3-1

Guarda la gallery

Lukaku-Lautaro coppia gol: l’Inter stende la Lazio 3-1

Lukaku spiazza Reina su rigore

Conte si affida a Lukaku e Lautaro in attacco, con Hakimi e Perisic esterni ed Eriksen in mezzo con Barella e Brozovic. Dall’altra parte, Inzaghi risponde con Immobile e Correa in avanti mentre in difesa Radu si ferma nel riscaldamento. Al suo posto Hoedt. Dopo 20′ tesi e intensi, giocati su ritmi alti, è proprio il difensore olandese a rompere l’equilibrio con un intervento su Lautaro in area biancoceleste che Fabbri valuta da rigore. Dal dischetto Lukaku spiazza Reina portando l’Inter in vantaggio. L’episodio cambia l’inerzia della gara, con la Lazio costretta a prendere l’iniziativa e i nerazzurri pronti a colpire in velocità. La squadra di Inzaghi gioca bene, con una manovra fluida e aggressiva che costringe l’Inter ad abbassarsi molto. Al 38′ Immobile ci prova dal limite impegnando Handanovic.

Inter-Lazio, la fotosequenza dell'intervento di Hoedt su Lautaro

Guarda la gallery

Inter-Lazio, la fotosequenza dell’intervento di Hoedt su Lautaro

Lautaro risponde ad Escalante

La squadra di Conte si copre bene, aspetta e nel finale raddoppia. Secondo episodio sfortunato per la Lazio, con Lazzari che su un rimpallo con Brozovic lancia involontariamente Lukaku verso la porta. Il centravanti belga non spreca l’occasione davanti a Reina firmando la doppietta. Inzaghi prova a dare la scossa ai suoi e in avvio di ripresa cambia inserendo Escalante e Parolo al posto di Leiva e Hoedt. La Lazio non molla, spinge forte in attacco e al 61′ trova il gol che riapre tutto: su calcio di punizione di Milinkovic, la deviazione vincente di Escalante spiazza Handanovic. L’Inter ha un momento di sbandamento, ma Lukaku non ci sta e 3′ dopo si inventa una progressione da urlo. Parolo non riesce a contenerlo e l’assist per Lautaro è solo da spingere in porta. Entrano anche Caicedo e Muriqi, la Lazio prova l’ultimo assalto ma l’Inter controlla senza rischiare fino al fischio finale.

INTER-LAZIO, TABELLINO E STATISTICHE

Precedente Inter-Lazio 3-1, il tabellino Successivo Inter-Lazio 3-1: Lukaku super, Conte vola al primo posto

Lascia un commento