Inter-Lazio 3-0, le pagelle nerazzurre: Dimarco alla Roberto Carlos, Barella super

S. Inzaghi (all.) 8

Straripante, come a Monza. Dominio totale, un tiro al bersaglio. Semifinale mai in discussione, straccia la Lazio di Sarri con tre gol, ma il risultato poteva assumere dimensioni ancora più ampie. La Supercoppa è il suo terreno di caccia preferito: lunedì, in finale con il Napoli, potrà difendere il titolo e andare a caccia della cinquina personale.

Sommer 6

Si deve impegnare solo nel giro palla arretrato e con i piedi non sbaglia, partecipando alla costruzione con Bastoni, Pavard e Acerbi.

Pavard 7

Bene, molto bene, l’ex Bayern. Esce con disinvoltura, combinando bene con Barella e Darmian. Dietro è un colosso, ma soprattutto dimostra di essere entrato nei meccanismi di gioco dell’Inter.

Acerbi 7

Non fa passare Ciro, se è necessario lo tiene anche per la maglia, ma non gli concede un solo pallone buono. Mestiere in abbondanza.

A. Bastoni 7

Difensore moderno, un uomo in più per creare soluzioni e imprevedibilità con i suoi inserimenti offensivi, come succede nell’azione del gol di Thuram. Si sgancia con i tempi giusti. Inzaghi lo risparmia e lo richiama nel finale.

De Vrij (dal 23′ st) 6

Entra e stende Isaksen, senza essere sanzionato. Arriva in fondo con un filo di gas.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Napoli, Mazzarri spezza il filo con Spalletti: tutti i cambi tattici Successivo De Rossi e l'elogio a Pisilli, ma non solo. Quanti "bambini" tra i convocati: ecco chi sono