Inter irritata dalle parole di Sala sul progetto stadio, ma aspetta l’esito del ricorso su San Siro

Il presidente della Regione ha parlato del nuovo impianto a Rozzano come “di un’ottima proposta”, mentre il sindaco di Milano è stato duro. Per il progetto il club nerazzurro ha già speso oltre un milione di euro per l’opzione di acquisto dei terreni dai Cabassi

Sul tema stadio le parole del presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, all’Inter sono piaciute di più (eufemismo) rispetto a quelle del sindaco Giuseppe Sala. “Mi sembra un’ottima proposta” il parere di Fontana riguardo al progetto nerazzurro di costruire un nuovo impianto a Rozzano. “La decisione spetta al club – ha proseguito a Tgr Lombardia -, ma noi faremo quello che ci compete. Chiederemo solo dei tavoli per affrontare quelli che sono alcuni piccoli problemi di carattere urbanistico”. Problemi che invece per Sala sono… qualcosa di più di problemi: “Personalmente – ha detto il sindaco di Milano – ritengo che sia un errore clamoroso per le società non fare lo stadio a Milano. Un impianto fuori Milano credo sia ingestibile perché io non so quanti vigili ha Rozzano. Come fa a schierare 100 vigili quando c’è la partita? È illusorio… Secondo me si stanno raccontando anche un sacco di frottole. Una frottola che sento dire è che le società garantiscono la sicurezza, ma dove? Non lo possono fare”.

POSIZIONE INTER

—  

Premesso che in viale della Liberazione stanno portando avanti con decisione il progetto del nuovo stadio a Rozzano, pur attendendo sviluppi sul ricorso presentato da Palazzo Marino contro il vincolo culturale su San Siro, fonti vicine al club sottolineano che l’Inter non ha mai affermato di volersi sostituire alla sicurezza, anche se già oggi contribuisce a pagare gli straordinari per la Polizia Locale come previsto da una legge approvata nel 2017. In particolare, però, non è piaciuto il riferimento alle “frottole” fatto da Sala perché i nerazzurri hanno firmato contratti e impiegato risorse economiche (oltre un milione di euro per l’opzione di acquisto dei terreni dai Cabassi) per andare avanti con il progetto del suo stadio a Rozzano. Un’altra puntata della telenovela stadio è servita. Alla prossima…

Precedente Chiesa: "Io come Sinner? Devo dimostrarlo" Successivo Zidane e il ricordo Juve: "In bianconero la mia miglior partita di sempre"