Inter, Inzaghi: “Scudetto? Continuiamo così e testa alla Champions”

MILANO – Simone Inzaghi sorride dopo le sofferenze della sfida con il Napoli, vinta in rimonta dalla sua Inter che torna così in piena corsa per difendere lo scudetto: “Era una gara chiave – dice l’allenatore nerazzurro a Dazn – ma la più importante è fra tre giorni (in Champions contro lo Shakhtar Donetsk, n.d.r.). Ieri l’ho un po’ nascosto e ai ragazzi non l’ho detto. Abbiamo battuto meritatamente una squadra fortissima, un grande match e ho fatto i complimenti ai ragazzi. Abbiamo sofferto un po’ nel finale anche visti i tanti viaggi con le nazionali, ma ci sta. Avevo alcuni giocatori fuori, Dzeko non al meglio, giocatori reduci dalle Nazionali, Correa l’ho cambiato per un problemino. E’ normale che poi vedendo 8 minuti di recupero un po’ di paura subentra, anche considerando le altre partite non vinte per un soffio. Tutto normale“.

L'Inter ferma il Napoli: Lautaro decisivo, magia di Mertens

Guarda la gallery

L’Inter ferma il Napoli: Lautaro decisivo, magia di Mertens

Inzaghi: “Grandissimo gol di Lautaro”

Sulle gerarchie nei calci di rigore, oggi è stato Calhanoglu ad andare sul dischetto, Inzaghi spiega: “Stamattina, alla fine dell’allenamento, hanno calciato 3 rigori Lautaro, Calhanoglu e Perisic. Hanno fatto 9 gol e gli ho detto ‘fate voi’. In questo momento Hakan è in forma e senza ammonizione non l’avrei tolto. Era un rigore che pesava, venivamo dal derby, eravamo sotto e ha dimostrato di essere un giocatore di carattere e personalità“. Del ritorno al gol di Lautaro Martinez dice: “Avevo detto che non ero preoccupato. Ci sono i momenti, io lo so bene da ex attaccante. Stasera ha fatto un grandissimo gol, ma l’ho visto sereno: è uno di personalità, che ama questa maglia e andiamo avanti con lui, Dzeko, Correa e Sanchez quando rientrerà. Sono soddisfatto di tutti loro“. Battendo il Napoli stasera, l’Inter è tornata a 4 punti dal primo posto e si può tornare a parlare di lotta scudetto: “Penso che dobbiamo continuare così, abbiamo un percorso importante, abbiamo la Champions in testa, i nostri tifosi meritano di andare avanti. Mercoledì abbiamo una grande occasione con qualche problematica, ma vediamo anche le altre. Dobbiamo andare avanti partita dopo partita. Abbiamo lasciato qualche punto, la Champions per noi è stata molto importante“.

Precedente Napoli, Zielinski non ci sta: "Con l'Inter sconfitta immeritata" Successivo Cagliari, Fiorentina interessata a Faragò: ieri incontro tra i viola e il suo agente

Lascia un commento