Inter, il sacrificio è Dumfries. Un esperto di Serie A o un nuovo Nagatomo?

Inter, i nomi per la fascia destra

Il ds Ausilio e il suo vice Baccin hanno diversi profili nel mazzo. Uno, seguito già dalla scorsa stagione quando si era messo in luce nello Spezia, è quello di Emil Holm. Lo svedese classe 2000 è sempre di proprietà della squadra ligure, ma in questa stagione sta giocando in prestito all’Atalanta che vanta un diritto di riscatto da 8.3 milioni. Holm – attualmente infortunato – è abituato a giocare da quinto e ha caratteristiche fisiche simili a Dumfries (191 cm contro i 188 dell’olandese, grande progressione in campo aperto). Con Gasperini è cresciuto tatticamente e dopo una prima parte di stagione da comprimario, ha poi trovato maggiore spazio nelle rotazioni, mettendo insieme 30 presenze, di cui 16 da titolare (con 1 gol e 4 assist). L’Atalanta dovrebbe riscattarlo, quindi l’Inter nel caso dovrà parlare con i Percassi: i rapporti sono ottimi, ma a quel punto la valutazione di Holm potrebbe aggirarsi intorno ai 15 milioni.

Lo stesso costo di Yukinari Sugawara, giapponese, classe 2000 come Holm, terzino destro dell’Az Alkmaar. Rispetto allo svedese, Sugawara – in Olanda dal 2020 -, è più basso (179 cm), ma dotato di grande velocità e resistenza, tant’è che in stagione ha giocato 40 gare su 40 da titolare con ben 3.500 minuti in campo (4 gol e 8 assist). Il suo profilo piace molto. Ricordando che l’Inter ha sotto contratto l’esterno destro della nazionale Under 21, Mattia Zanotti – 2003, ora in prestito al San Gallo e possibile contropartita per arrivare a Gudmundsson – in Italia viene seguito anche Kayode della Fiorentina, valutato dai viola fra i 15 e i 20 milioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Romanisti in arrivo da tutta Europa a Leverkusen: ecco dove si vedranno Successivo Joselu entra e la risolve con una doppietta. Era già successo due volte in semifinale di Champions

Lascia un commento