Inter, il Chelsea è pronto a rilanciare per Dumfries e Casadei. Skriniar-Psg non è finita

Respinta la prima offerta da 8 milioni per l’Under 19. Galtier svela le mosse dei parigini: “Aspetto altri tre colpi…”

Campionato alle porte, mercato ancora lungo. Succede in Francia, dove il tecnico del Psg Christophe Galtier è riuscito nell’impresa di spaventare il mondo Inter senza mai nominare Milan Skriniar: “Mi aspetto altri tre colpi, la dirigenza e il presidente sono al lavoro. Vediamo…”. Riavvolgendo il nastro degli ultimi due mesi, difficile non immaginare che nel lotto dei tre obiettivi non ci sia il profilo del difensore slovacco, con cui a fine giugno il club francese aveva anche trovato un’intesa economica: contratto quinquennale da 7,7 milioni netti più bonus. Proposta indecente, insomma. Rimasta però sospesa, visto che il Psg all’Inter invece non ha mai fatto arrivare l’offerta irrinunciabile da almeno 65 milioni cash, unica via per portare sotto la Torre Eiffel il muro nerazzurro. L’Inter si è data una dead line per l’eventuale addio di uno dei suoi big, per cui non si dovrà andare oltre il via del campionato.

Londra chiama

—  

Insomma, la partita si gioca nei prossimi dieci giorni e non riguarda solo la tratta Milano-Parigi, ma si spinge fino a Londra. Lì, infatti, c’è un Chelsea in agguato per altri due gioielli nerazzurri. Il primo è un altro titolarissimo di Inzaghi, l’altro è il nuovo gioiello uscito dal vivaio. Denzel Dumfries e Cesare Casadei sono al corrente dell’interesse dei Blues: i loro agenti hanno già ricevuto più di una chiamata da Londra, sono informati della voglia del Chelsea di affondare il colpo e di conseguenza lo è anche l’Inter, che però considera entrambi incedibili. Progettualmente è così, ma poi bisogna anche fare i conti con l’eventuale contropartita economica. Per esempio, se arrivasse un’offerta da oltre 50 milioni di euro per l’esterno olandese, l’Inter sarebbe costretta a prendere in seria considerazione l’eventualità di sacrificare una delle grandi rivelazioni dell’ultimo campionato. Per Casadei, invece, il Chelsea si è già spinto oltre i sondaggi, portando un’offerta ufficiale intorno agli otto milioni di euro per convincere l’Inter a lasciar partire l’ex Primavera.

Recompra

—  

La proposta per Casadei è stata respinta con convinzione, anche perché l’Inter non intende ripetere un nuovo caso Zaniolo è vorrebbe mantenere una sorta di diritto al riacquisto sul giocatore. Ipotesi, questa, non percorribile con un top club come il Chelsea. E allora la soluzione è semplice: o i Blues raddoppiano l’offerta o non si apre neanche la trattativa. E poi Casadei piace – e parecchio – anche a diversi club di A come Torino, Sampdoria e Sassuolo: loro sì che potrebbe comprarlo a una cifra ragionevole, ovviamente garantendo all’Inter la possibilità di riacquisto. Intanto, dall’Inghilterra, c’è chi prospetta anche un clamoroso “all in” del Chelsea sui tre giocatori: un pacchetto con Skriniar, Dumfries e Casadei, per quasi 140 milioni. Sembra fantacalcio, ma solo il tempo ci dirà.

Precedente Kostic+Morata: strategia Juve per il doppio colpo Successivo Il colpo a sorpresa dello United: il 35enne Huddlestone allenatore e giocatore dell’Under-23

Lascia un commento