Inter, è un Lukaku sudore e dieta: obiettivo 101 kg per partire al top

Pincella, nutrizionista nerazzurro, ha preparato una dieta personalizzata per il belga: pollo, pesce, riso nero e…

Romelu sgobba al caldo di Milano, ma aveva già iniziato a farlo in Sardegna: le sue corsette spalla a spalla con Onana tra Arzachena e Olbia erano diventate attrazioni turistiche della zona qualche settimana fa. Poi, rientrato tra i suoi amici alla Pinetina, il belga ha iniziato il suo programma immersivo e ambizioso, che non è finalizzato a essere al top adesso: la data segnata in rosso sul calendario è il 13 agosto, giorno dell’esordio-bis in campionato a Lecce, la città del suo vecchio maestro Conte. Poco importa se adesso in amichevole a volte dia un senso di apparente pesantezza: l’elasticità e l’atlentismo arriveranno a tempo debito.

Le tavole della legge

—  

Spesso il belga ha vissuto estati movimentate, ma questa ha battuto ogni record: adesso, ritrovata la tranquillità, aggiunge al lavoro con Simone Inzaghi quello in casa. Del resto, ha un terapista che lo segue e massaggia 365 giorni l’anno. Alla fine della sessione, poi, il passaggio di rito a -160° per recuperare in fretta: a Milano, infatti, non poteva che tornare la macchina per la crioterapia. La cura del dettaglio sul corpo è diventata una religione proprio nel biennio interista: Antonio Pintus, l’uomo a cui Conte aveva messo in mano i muscoli della squadra, lo ha guidato in un percorso di autocoscienza. Pintus ora a Madrid leviga i muscoli di Benzema, ma poco importa perché a Milano il belga ha ritrovato un altro carissimo amico, mai lasciato in realtà: con Matteo Pincella, il nutrizionista nerazzurro e della Nazionale, il dialogo è proseguito anche nell’ultimo anno londinese. Pincella, anche attraversando il buio del lockdown, ha cambiato il modo in cui Rom pensa al cibo e lo ha avvicinato di volta in volta al peso forma. Muta ovviamente con l’età e con le esigenze del campo, ma oggi dovrebbe essere 101 chili circa. Sono considerati ideali per combinare al massimo le sue dote aerobiche e di resistenza e Rom si è presentato ad Appiano già vicino a quella quota. Il resto, poi, arriva dalle norme di dieta seguite come le tavole della legge: pollo, patate dolci, riso nero, ma niente pasta, almeno quella tradizionale. Per Rom esiste solo la variante “shirataki”, preparata con farina di konjac, che dà sazietà e previene l’assorbimento di glucidi e lipidi.

Precedente Inter, altro test francese: c’è il Lens, squadra da non sottovalutare Successivo Calciomercato Napoli news/ Kim Min-Jae e Solbakken in arrivo per la rosa di Spalletti

Lascia un commento