Inter e Juve: i 70 giorni che decideranno lo scudetto

Sarà l’inverno a decidere tutto. Inzaghi lo aspetta con un pizzico di inquietudine, Allegri con la speranza (pubblicamente taciuta) che alla fine il suo rivale abbia ragione quando sostiene che senza le coppe la Juve ha dei vantaggi non da poco. Max finora ha sempre smontato questa tesi, ricordando che nei due anni in cui la sua prima Juve è arrivata fino in fondo alla Champions (2015 e 2017) ha vinto anche il campionato e pure la Coppa Italia. Ed era accaduto anche all’Inter nel 2010 (tripletta Champions-scudetto-Coppa Italia). Ma certo che questa è una nuova esperienza per il calcio italiano: la capolista (che è pure la favorita secondo la grande maggioranza di osservatori) deve lottare con un’avversaria che non fa le coppe. Settimane “pulite”, tranne per uno/due impegni di Coppa Italia, per i bianconeri, settimane piene per i nerazzurri.

Inter e Juve, le partite 

Da giovedì 4 gennaio, giorno di Juventus-Salernitana per gli ottavi di Coppa Italia, a domenica 17 marzo, quando si giocheranno Inter-Napoli e Juventus-Genoa in campionato, seguendo il calendario avremo modo e tempo per verificare quanto reale sia il vantaggio che viene attribuito alla squadra di Allegri rispetto a quella di Inzaghi. Tanto per cominciare il numero delle partite: 15 (se va in finale di Supercoppa) per l’Inter, 13 (se va ai quarti di Coppa Italia) per la Juve. E’ una differenza sopportabile per un organico ricco, completo e già ritoccato dal mercato invernale come quello dell’Inter. La vera distanza è rappresentata dai chilometri e dalle ore di volo per le trasferte all’estero dei nerazzurri.

Trasferte e clima

L’Inter giocherà la Supercoppa in Arabia, dove la Lega acchiappasoldi ha spedito quattro club. Il volo diretto Milano- Riyadh dura circa 6 ore. Il 19 gennaio, quando i nerazzurri sfideranno il Napoli nella semifinale, a Riyadh sono previsti 20 gradi, a Milano il termometro salirà solo fino a 4. Uno sbalzo non indifferente, pensando anche al rientro. A marzo, altro viaggio in aereo, due ore per volare fino a Madrid. In tutto, per le trasferte all’estero, l’Inter sarà sulle nuvole per 16 ore. Ovviamente sia la capolista che la sua prima rivale prenderanno l’aereo anche per le trasferte al Sud, tutt’e due andranno a Lecce e la Juve anche a Salerno e a Napoli. L’altra differenza, legata proprio alle trasferte, sta nei chilometri da percorrere. In due mesi e mezzo l’Inter ha in programma di viaggiare in aereo, treno e pullman per un totale di 18.450 chilometri, mentre la Juve ne farà soltanto 7.000.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Panico per Klopp dopo Liverpool-Newcastle: cosa è successo Successivo Juve-Roma, le fabbriche delle moviole