Inter, Conte: “Su Hakimi c’era fallo. Qualificazione ancora aperta”

“Questa, nel bene e nel male, è la mia Inter. Ci vogliono anche questi step di crescita, non so quante squadre sono venute qui a Madrid giocando in questo modo. Certo che si può migliorare, però abbiamo recuperato due gol e abbiamo rischiato di fare il terzo”. Antonio Conte esalta la mentalità della squadra, ma esprime amarezza per il risultato finale. L’Inter gioca bene ma soccombe contro il Real Madrid, peccando nei dettagli: I risultati non ci stanno premiando, ma al tempo stesso ci dimostrano che i dettagli spostano la partita” spiega il tecnico nerazzurro a Sky. 

Real Madrid-Inter 3-2: Conte si arrende a Zidane

Atalanta-Liverpool 0-5: Klopp umilia Gasperini

Inter, Conte: “C’era fallo su Hakimi…”

Poi prosegue: “Sul retro passaggio penso ci fosse un fallo su Hakimi, mentre bisognava marcare meglio sul gol di Ramos. La mentalità però mi lascia soddisfatto, la crescita è esponenziale sotto questo punto di vista. Ora torniamo a casa con un risultato penalizzante. Per noi non ci sono scorciatoie, stiamo facendo il nostro percorso e se confrontiamo con l’anno scorso l’Inter è cresciuta tanto. Sono step di crescita che aiutano a capire dove migliorare, al tempo stesso c’è molta amarezza perché per quello che produciamo i risultati ci dicono male. Mancano tre partite, la squadra può giocarsi la qualificazione e con un po’ di fortuna in più possiamo portarci a casa un buon risultato”.

Precedente Atalanta, Gasperini: "Abbiamo perso male, c'è da riflettere..." Successivo Atalanta, Gasperini: "Il Liverpool andava troppo più forte di noi"

Lascia un commento