Inter, cancellato anche il secondo murale di Lukaku

Dopo la prima, imbrattata quando Romelu è volato al Chelsea, fuori dal Meazza non c’è più nemmeno l’opera del testa a testa con Ibra

Dopo i fischi a Donnarumma nella notte in cui l’ex milanista è tornato a San Siro, un altro segnale che in città vecchi idoli appartengono definitivamente al passato. Con tanti saluti a Romelu Lukaku. Dopo la fuga verso Londra, il 10 agosto stato prima imbrattato e poi cancellato con una secchiata di nero il murale in prossimità dell’ingresso in Curva Nord che ritraeva Big Rom nella classica esultanza dopo un gol. “Caro Lukaku, da te ci saremmo aspettati un comportamento più onesto e trasparente. Ma, nonostante ti avessimo accolto e protetto come un figlio, come uno di noi, anche tu ti sei dimostrato come tutti gli altri, inginocchiandoti di fronte al denaro. Ti auguriamo il meglio, anche se non sempre l’avidità paga” il messaggio lanciato dalla Curva, accompagnato da un striscione poco tenero verso la proprietà.

Duello irripetibile

—  

Ora non c’è più nemmeno l’opera realizzata all’indomani del derby di Coppa Italia, durante il quale il belga e Ibra si erano affrontati a muso duro. Un faccia a faccia irripetibile, a meno che Milan e Chelsea non si affrontino a primavera in Champions.

Prima della sfida di Nations League tra Italia e Spagna, il vecchio murale è stato rimpiazzato da uno che ritrae i protagonisti del film “Venom: la furia di Carnage”, in uscita a metà mese. La trovata pubblicitaria se non altro ha mantenuto fede ai colori di Inter e Milan. Con tanti saluti a Lukaku.

Precedente Nations League, la Francia raggiunge la Spagna in finale. Belgio beffato in rimonta Successivo Centrocampo Juve, l'operazione recupero passa (anche) da Arthur

Lascia un commento