Inter-Cagliari, asse caldo. Dalbert e Nainggolan sull’isola, Nandez senza fretta

Mercoledì nuovo incontro con i sardi per avvicinarsi. Il brasiliano in Sardegna in prestito, Radja avrà la buonuscita pur di liberarsi dell’ingaggio pesante. L’agente di Lazaro: “Vuole restare”

L’asse tra Inter e Cagliari è quanto mai caldo. Dalbert ha appena raggiunto la Sardegna, dove giocherà in prestito con diritto di riscatto fissato a 7 milioni, ma il piatto forte riguarda il centrocampo. Nainggolan a meno di colpi di scena avrà la buonuscita e tornerà sull’isola, mentre Marotta e Ausilio lavorano per portare a Milano il jolly Nandez. Dopo il contatto di sabato prima del test con il Lugano, gli uomini mercato nerazzurri mercoledì incontreranno l’agente dell’uruguaiano, Pablo Bentancur, ma anche il d.s. del Cagliari, Stefano Capozucca.

Strategia ingaggi

—  

Difficilmente Nainggolan giovedì mattina si imbarcherà per gli Stati Uniti con i compagni. E quello sarà il segnale dei titoli di coda a una storia mai decollata. Valutato 38 milioni nel 2018 (cash più i cartellini di Zaniolo e Santon) e mai ai suoi livelli passati, il belga avrà la buonuscita su cui si è impuntato. L’Inter alla fine ha accettato la minusvalenza, puntando sul risparmio degli 8,5 milioni lordi di ingaggio per la stagione ancora a contratto. Una strategia simile a quella adottata per Joao Mario (contratto risolto per non restare prigionieri di una clausola dello Sporting e via libera al Benfica, che pure lo avrebbe pagato 7,5 milioni) e che potrebbe riguardare anche Vidal, invitato a cercarsi una nuova destinazione – magari con un incentivo – pur di liberarsi di uno stipendio elevatissimo.

Nandez

—  

Più lunga e complicata la trattativa per portare a Milano Nahitan Nandez, malgrado una promessa del presidente Giulini che avrebbe liberato l’uruguagio per una grande. Tanto che il jolly ex Boca nelle ultime ore avrebbe chiesto la cessione e ci sarebbe una base d’accordo con i nerazzurri per un quadriennale. Però il Cagliari vuole monetizzare. Magari non tutti i 36 milioni della clausola, ma almeno 30. L’Inter invece punta ad un prestito oneroso sui 2-3 milioni, con possibilità di prendere Nandez tra 12 mesi. Si prospetta insomma una trattativa non facile, con la variabile di contropartite cui al momento i sardi non sarebbero interessati. Pinamonti potrebbe tornare utile in caso di cessione di Simeone e Cerri, ma l’ingaggio alto (sempre il solito problema) è un problema in più. La volontà di Nandez però alla fine potrebbe fare la differenza.

Punto Lazaro

—  

Intanto oggi in sede è passato l’agente di Valentino Lazaro, Max Hagmayr, che ai cronisti ha detto: “Valentino adesso sta bene dopo l’infortunio e la positività al Covid. Abbiamo incontrato l’Inter e confermato che Valentino vuole restare qui a Milano. Mercato? Ci sono interessi, ma la sua decisione è quella di restare. Se ci saranno altri incontro il club? Certo, ci sono sempre summit con l’Inter perché dobbiamo valutare sempre la situazione del ragazzo”.

Precedente Juve, Szczesny: "Eccitato per la prossima stagione" Successivo Fiorentina, Lirola ai saluti ma manca l'accordo col Marsiglia

Lascia un commento