Inghilterra, occhio alla Croazia: i numeri degli esordi sono contro Southgate

L’Inghilterra non ha mai vinto la prima partita in un Europeo, mentre la Croazia è imbattuta nei cinque debutti nella competizione

Il gruppo D presenta subito un’interessantissima sfida tra l’Inghilterra, una delle favorite di questo Europeo, e una Croazia alle prese con un complicato ricambio generazionale ma sempre pericolosa.

I PRECEDENTI

—  

Questo è il terzo incontro tra Inghilterra e Croazia tra Mondiali ed Europei. L’Inghilterra ha battuto la Croazia 4-2 nella fase a gironi a Euro 2004, mentre i croati hanno prevalso 2-1 dopo i tempi supplementari nelle semifinali della Coppa del Mondo 2018.

PASSATE EDIZIONI

—  

L’Inghilterra partecipa alla 10ª edizione degli Europei – nessuna squadra ha giocato tante partite nel torneo senza mai raggiungere la finale (31 gare). Inoltre non ha mai perso a Wembley tra Mondiali ed Europei (Coppa del Mondo 1966 ed Euro 1996), vincendo sette e pareggiando quattro delle precedenti 11 partite (esclusa lotteria dei rigori). La Croazia partecipa per la sesta volta, la quinta consecutiva, agli Europei. Dalla prima partecipazione nel 1996, ha alternato il raggiungimento della fase a eliminazione diretta e l’eliminazione della fase a gironi (quarti di finale nel 1996, eliminata ai gironi nel 2004, quarti di finale nel 2008, eliminata ai gironi nel 2012, ottavi di finale nel 2016). La Croazia ha perso contro il vincitore finale in tre degli ultimi quattro maggiori tornei internazionali (Coppa del Mondo + Europei): Spagna a Euro 2012 (fase a gironi), Portogallo a Euro 2016 (ottavi di finale) e Francia ai Mondiali 2018 (finale).

CURIOSITA’

—  

L’Inghilterra non ha mai vinto la prima partita in un Europeo (5N, 4P), mentre la Croazia è imbattuta nei cinque esordi europei (4V, 1N). Esclusi i rigori, la Croazia ha perso solo due delle ultime 11 partite agli Europei, entrambe per 1-0 (contro la Spagna nel 2012 e il Portogallo nel 2016). Il c.t. Gareth Southgate guiderà l’Inghilterra per un secondo torneo maggiore (esclusa la Nations League) dopo il Mondiale 2018 (4° posto). A Euro 1996, è stato uno dei soli tre giocatori dell’Inghilterra a giocare tutti i 510 minuti, insieme a David Seaman e Tony Adams – ha sbagliato un rigore nella semifinale contro la Germania. Il c.t. croato Zlatko Dalic è solo il secondo allenatore a guidare la Croazia in due grandi tornei consecutivi (Coppa del Mondo + Europei), dopo Miroslav Blazevic (Euro 1996, Mondiale 1998).

Precedente Spezia, il 12-25 luglio e dal 28 luglio al 7 agosto i ritiri in Trentino Successivo Domani in edicola la Gazzetta diventa Azzurra per un'Europeo tutto da vivere

Lascia un commento