In quel Venezia-Milan del 1941 iniziò a brillare la stella di Mazzola

Il provino a piedi nudi quando era militare in Laguna, il tesseramento e la partita contro i rossoneri in cui Valentino deliziò il Sant’Elena: era nato un mito

Si trattò di un’epifania in forma laica, l’improvvisa manifestazione dell’eroe (per non dire del dio) che incantava la gente e dimostrava, con i gesti, di appartenere a un universo superiore.

Precedente La Juve fa tris in Supercoppa: Girelli stende il Milan all'88' Successivo Probabili formazioni Napoli Sampdoria/ Diretta tv: per Insigne ora conta il presente

Lascia un commento