Il Torino batte la Cremonese 2-1: Vlasic e Radonjic fanno volare Juric

CREMONA – Prosegue la 3ª giornata di Serie A. Dopo la vittoria contro il Monza (2-1) al debutto in campionato e il pareggio casalingo contro la Lazio (0-0) di Sarri il Torino riesce a battere la Cremonese in trasferta 2-1 e continua il proprio momento positivo. Juric sorride grazie alle reti di Vlasic al 17′ e di Radonjic al 65′. Per la formazione di Alvini inutile il gol di Sernicola all’80’. I granata salgono così a quota 7 punti in classifica insieme a Lazio e Roma, mentre i grigiorossi rimangono ancora a digiuno di vittorie.

Il Torino batte 2-1 la Cremonese: Juric sorride con Vlasic e Radonjic

Guarda la gallery

Il Torino batte 2-1 la Cremonese: Juric sorride con Vlasic e Radonjic

Cremonese-Torino, le scelte dei tecnici

Nel Torino debutta l’olandese Schuurs, che parte dal 1′ come braccetto di destra nella difesa a tre di Juric, completata da Buongiorno al centro e da Ricardo Rodriguez sul centrosinistra. Tra i pali ovviamente confermato Milinkovic-Savic. In mediana spazio alla coppia composta da Ricci e Linetty, mentre sulle fasce ci sono Singo a destra e Ola Aina a sinistra. Davanti c’è Sanabria, con Radonjic e Vlasic alle sue spalle. I padroni di casa invece si schierano invece con Radu in porta protetto da Vasquez, Bianchetti e Aiwu. A centrocampo Alvini sceglie Pickel e Escalante al centro, Baez sulla fascia destra e Valeri a sinistra. Dietro il tandem d’attacco formato da Okereke e Dessers tocca a Zanimacchia agire da trequartista.

Torino avanti 1-0, Vlasic apre le marcature

Feroce avvio di gara del Torino, che fin dai primi minuti di gioco prova a schiacciare la Cremonese nella sua metà campo grazie all’altissimo tasso di fantasia di Radonjic e Vlasic e alla rapidità di gamba di Singo e Aina. L’ex West Ham sembra particolarmente in partita e crea la prima occasione della formazione granata con un tiro da fuori al 13′ sul quale Radu fa buona guardia. Il gol del vantaggio del Torino arriva al 17′: Ola Aina crossa andando sul fondo, Vlasic riesce a anticipare Radu in uscita e da due passi insacca l’1-0. Appena un minuto più tardi (20′) arriva la reazione della Cremonese: tentativo di redenzione da parte di Bianchetti, che con un potente tiro dalla media distanza obbliga Milinkovic-Savic a compiere una grandissima parata. La formazione di casa comincia a crescere nella manovra e al 34′ protesta per un contatto molto dubbio in area di rigore su Valeri, mentre al 36′ e al 42′ sono Aiwu e Baez a sfiorare l’1-1, rispettivamente con un stacco di testa nell’area piccola e una rasoiata da fuori che termina di un soffio a lato. L’ultima occasione del primo tempo è però del Torino, con Radonjic che spreca un’ottima chance in contropiede dopo essersi ritagliato il giusto spazio in area per calciare a rete.

Serie A, la classifica

Il Torino vince 2-1: raddoppia Radonjic. Alla Cremonese non basta Sernicola

A inizio ripresa il Torino sfiora subito il gol del raddoppio con Radonjic, che dall’interno dell’area di rigore calcia a botta sicura ma trova una grandissima reazione di istinto da parte di Radu, che ha la freddezza di rimanere in piedi e blocca la conclusione del serbo con l’ausilio del braccio destro. Al 56′ invece Juric decide di sostituire Ola Aina, ammonito solo 2′ prima, con Vojvoda. Al 60′ il Torino va ancora vicinissimo al 2-0: Linetty viene lanciato a rete da Sanabria, ma è ancora Radu a salvare la formazione di casa ipnotizzando il polacco. Vedendo la squadra in difficoltà Alvini opta per 2 cambi al 62′, sostituendo Baez e Zanimacchia rispettivamente con Sernicola e Bonaiuto, ma al 65′ Radonjic trova il sospirato 1° gol in Serie A portando i granata sul 2-0. Grande costruzione al limite dell’area dell’attaccante serbo, che temporeggia e poi serve Vojvoda sulla corsa, prima di chiudere il triangolo con il tiro vincente. Al 72′ Dessers prova a riaprire la partita con un potente tiro da fuori, ma Milinkovic-Savic è attentissimo e sventa il pericolo. All’80’ però la Cremonese riesce finalmente a riaprire la partita: bell’appoggio proprio di Dessers dall’interno dell’area di rigore per Sernicola, che non si fa pregare e manda la sfera all’incrocio. La formazione di Alvini spinge per il pareggio, ma all’87’ Dessers spreca un’ottima occasione per il pareggio mandando la palla di poco a lato sugli sviluppi di una punizione. Al 90′ l’attaccante nigeriano ci riprova, ma trova un enorme Milinkovic-Savic a chiudergli ancora una volta lo specchio. Il Torino vince 2-1 e sale a quota 7 punti in classifica insieme a Lazio e Roma.

Serie A, calendario e risultati


Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Precedente Juventus-Roma 1-1: tabellino, statistiche e marcatori Successivo Pinamonti e Nzola, al Picco segnano i bomber ma la sfida finisce 2-2. Due volti nel match

Lascia un commento