Il Sassuolo col trio meraviglia italiano travolge l’Empoli e lo aggancia

Berardi la sblocca su rigore, poi le doppiette per Raspadori e Scamacca. I toscani (in gol di Henderson) crollano dopo il rosso a Viti

Dal nostro inviato Pierfrancesco Archetti

9 gennaio – EMPOLI

Il Sassuolo torna a vincere dopo un mese grazie ai suoi gioielli azzurri Raspadori, Berardi e Scamacca, tutti in rete. Il risultato non lascia alibi all’Empoli che pure si è lamentato per l’espulsione di Viti dopo un’ora e per il gol del 3-1, secondo i toscani irregolare. Ma gli ospiti sono stati superiori anche prima. Una bella rivincita per l’allenatore del Sassuolo, Dionisi, che un anno fa portò in A l’Empoli ma che da queste parti non è più troppo amato.

DOMINIO

—  

Già il primo tempo è dominato dal Sassuolo: due gol da una decina di occasioni, ritmo alto, facilità di tiro. Berardi si guadagna il rigore al 13’ (fallo di Henderson) e infila per il suo decimo centro in campionato. L’Empoli però al primo tiro in porta pareggia tre minuti dopo con una zampata di Henderson che sfrutta un’incertezza di Lopez in area. Ma gli ospiti non si fermano. Viti salva sulla linea un tentativo di Toljan, ma Raspadori al 24’ taglia a fette le blande protezioni dell’Empoli. Dalla trequarti punta l’area, salta Ismajli e di destro infila sull’angolo lontano. Tutto molto bello. I padroni di casa cercano di rialzarsi con Pinamonti (bene Consigli) e Cutrone (alto) ma ancora i neroverdi potrebbero allungare con Ferrari a cui non riesce la deviazione di tacco.

LE MOSSE

—  

Il Sassuolo può convocare Scamacca e Frattesi, ma all’inizio Dionisi deve sistemarli in panchina. Il tecnico è ancora alle prese con sette assenze: la formazione è uguale a quella che ha pareggiato con il Genoa giovedì. Ma tutto funziona meglio. L’Empoli ha mezza difesa fuori causa, la coppia centrale è formata da Ismajli e Viti, in attacco torna titolare però Pinamonti. Di Francesco deve uscire dopo mezz’ora, entra Cutrone a far coppia in attacco.

IL CROLLO

—  

Nella ripresa Andreazzoli immette subito Ricci e Tonelli per Marchizza e Stulac. Ma dopo un paio di squilli delle punte, le speranze dell’Empoli si azzerano quando Viti viene espulso al 60’ per una doppia ammonizione in due minuti, sempre per trattenute su Berardi. Dionisi fa entrare Frattesi e Scamacca, il Sassuolo allunga su un’azione contestata. Raspadori ruba palla a Tonelli che cade per una trattenuta leggera, l’arbitro Volpi non fischia, Berardi offre il 3-1 a Scamacca che non sbaglia. Anche per la Var è tutto regolare. Non c’è più partita quando il Sassuolo va sul 4-1. Botta di Scamacca, Vicario devia sulla traversa e Raspadori insacca a porta vuota chiudendo la sua giornata da migliore in campo. Nel recupero è Frattesi a mandare in porta Scamacca per il 5-1.

Precedente Juve Under 23: Miretti e Soulé guariti dal Covid, finito l'isolamento Successivo Ibra, è addio rigori? Il via libera a Theo sul penalty alimenta il dubbio

Lascia un commento