Il salto della Lanterna: il ds Faggiano dal Genoa alla Samp?

Il matrimonio col Grifone nell’ultima stagione era durato pochi mesi. Ferrero e Preziosi trattano per la risolvere il nodo contratto che lega il dirigente ai genoani sino al 2023

Cambi di maglia fra giocatori genoani e sampdoriani sono già avvenuti in passato, ma è abbastanza raro che questo fatto coinvolga un dirigente. Potrebbe invece succedere a breve con Daniele Faggiano protagonista. Il suo matrimonio con il Genoa, nella stagione passata, era durato pochi mesi, complici anche i problemi pesantissimi legati al Covid-19 che avevano messo k.o. la rosa all’epoca affidata a Maran. Ma, in tempi brevi, l’ormai ex diesse rossoblu potrebbe tornare a lavorare sotto la Lanterna, ma sulla sponda sampdoriana della città.

sottotraccia

—  

Al riguardo, da tempo è in corso un lavoro sottotraccia e, soprattutto, lontano dai riflettori, fra i due presidenti dei club cittadini, Massimo Ferrero ed Enrico Preziosi. Il primo ha avuto nelle ultime settimane frequenti contatti con Faggiano: l’obiettivo è inserirlo nell’organigramma della Samp. Prima, però, Faggiano dovrebbe risolvere la sua posizione con il Genoa, a cui resta comunque legato da un contratto sino al 30 giugno 2023, per una cifra intorno ai 700 mila euro annui. Un onere non sostenibile per il rigido salary cap della Sampdoria 2021-22: a questo punto se Faggiano e Preziosi trovassero un accordo bonario per dirsi addio (dunque, con una possibile buonuscita), Faggiano potrebbe accasarsi subito a Corte Lambruschini, con buona pace di tutte le parti in causa. Il Genoa avrebbe un notevole risparmio economico, la Samp potrebbe portarsi a casa il dirigente ricomponendo così quella coppia gialloblu con D’Aversa ai tempi del Parma. Decisivi saranno gli ultimi colloqui fra il Genoa e Faggiano: entro lunedì la soluzione della vicenda.

cambio di ruolo

—  

Destinate a cambiare (ed a crescere), in casa blucerchiata, le responsabilità di Carlo Osti, storico diesse della Samp da un decennio, che diventerà direttore dell’intera area tecnica del club. Oltre alla prima squadra, dunque, con pieni poteri sulla Samp Women e sull’intero settore giovanile.

Precedente Torino: ufficiale l’arrivo di Berisha dalla Spal Successivo Inter-Sporting, è rottura per Joao Mario: il Benfica si inserisce, ma spunta una clausola...

Lascia un commento