Il ritorno di D’Aversa: così il Parma in crisi sconfessa i suoi progetti

La squadra non seguiva più Liverani, ma al tecnico della scalata dalla Serie C alla A serviranno gli investimenti che avevano portato al divorzio estivo

Dopo due promozioni dalla Serie C alla A e due salvezze consecutive, Roberto D’Aversa era stato esonerato dal Parma il 23 agosto scorso. La sua colpa, detto in maniera diplomatica, era quella di non voler sposare il progetto giovani che la proprietà, chiamiamola parmigiana, aveva intenzione di imporre. Alle belle idee si associava anche l’obbligo di limitare le spese.

Precedente Vigorito: "Inzaghi oro di Benevento. E se lo esonero... lo rimetto a fare il centravanti" Successivo Bernard alla Roma, Ancelotti dice sì

Lascia un commento