Il Real Madrid rimonta il Las Palmas e si riprende la vetta

LAS PALMAS (SPAGNA) – Vittoria in rimonta per il Real Madrid, che a una settimana dal controverso successo sull’Almeria, arrivato anche grazie a tre interventi favorevoli del Var, conquista 3 preziosissimi punti allo Stadio Gran Canaria. Dopo un primo tempo privo di grandi sussulti, il Las Palmas passa in vantaggio, a inizio ripresa, con Javi MuñozAncelotti, privo dello squalificato Bellingham, aggiusta il tiro con i suoi cambi e viene premiato dalle reti di Vinicius e di Tchouameni. Blancos in vetta almeno per una notte, in attesa del Girona, che domani visita il Celta di Rafa Benitez.

TUTTO SULLA LIGA

L’assente

Non c’è Bellingham, squalificato per accumulazione di cartellini gialli, e si vede. Eccome se si vede. Con il terzetto di centrocampo formato da Ceballos, Camavinga e Kroos e Brahim Diaz che si muove tra le linee, alle spalle di Rodrygo e Vinicius, il Real, per tutto il primo tempo, fatica terribilmente a confezionare occasioni da rete degne di nota. Alla resa dei conti, solo un’apparizione di Rodrygo, imbeccato da Ceballos in posizione più che dubbia, che si vede, comunque, murare da Alvaro Valles, e un tiro da fuori area, fuori bersaglio, di Vinicius. Non che i locali facciano molto di più, solo una pregevole giocata collettiva, attorno alla mezz’ora, chiusa con una botta sballata di Sergi Cardona, apparso libero sul fronte sinistro dell’attacco.

Remontada per la vetta

Decisamente più vivace la ripresa, che si apre subito con un gran intervento a terra di Lunin, che toglie dall’angolino basso un insidioso rasoterra di Munir. Il Las Palmas continua ad attaccare e, all’8’, trova premio quando Sandro sfugge a Rudiger sulla destra e centra per Javi Muñoz che, complice un tocco involontario di Nacho, insacca alle spalle dell’incolpevole Lunin. I blancos reagiscono rabbiosamente, ma il possibile pareggio immediato di Carvajal viene annullato per un fuorigioco dellos stesso terzino. Ancelotti, a questo punto, decide di lanciare Valverde e Joselu per Ceballos e l’impalpabile Brahim Diaz. Scelta premiata, al 20’, dal pareggio di Vinicius, che imbeccato in verticale da Camavinga, segna con un preciso diagonale. Attorno al 40’, poi, il Real completa la remontada con una capocciata vincente dell’altro subentrato Tchouameni sugli sviluppi di una giocata d’angolo. È il definitivo 2-1. Real Madrid di nuovo in vetta. Domani tocca al Girona, che visita il Celta di Rafa Benitez.

CLASSIFICA LIGA


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Il Barcellona non si rialza più: sconfitta interna per 5-3 col Villarreal Successivo Il Nizza va, il Monaco frena a Marsiglia: Zakaria espulso