Il Real Madrid batte il Valencia e vola a +8 dal Siviglia

MADRID (SPAGNA) – Strameritato successo per un convincente Real Madrid, che si aggiudica l’ultima di Liga prima di intraprendere la trasferta lampo in Arabia Saudita, dove si celebreranno le Final four di Supercoppa di Spagna, imponendosi per 4-1 sul Valencia. Risultato, però, che si sblocca grazie a un rigore trasformato da Benzema, al 300º gol con la gloriosa casacca merengue, che ha scatenato le ire social del club levantino, che non ha esitato a parlare di furto, evocando ironicamente la popolare serie spagnola La casa di carta. Una doppietta di Vinicius e il secondo gol della serata del bomber lionese, insieme al gol dell’onore ospite di Guedes, fissano il definitivo 4-1. Real a più 8 dalla prima inseguitrice Siviglia, che però ha disputato due partite in meno.

TUTTO SULLA LIGA

Squadra grandi occasioni

Nessuna distrazione da Clasico per Carletto Ancelotti, che a quattro giorni dalle semifinali di Supercoppa di Spagna contro il Barça, decide di affrontare il Valencia con i titolarissimi. Alla resa dei conti, manca solo il convalescente Carvajal, sostituito per l’ennesima volta dal volenteroso Lucas Vazquez, mentre Asensio consolida la sua presenza nel tridente offenisvo con Benzema e un Vinicius che si è lasciato alle spalle il covid. Pesante assenza, invece, per Bordalas, che nel suo consolidato 4-4-2 non può schierare la bestia nera dei blancos, Carlos Soler, già a segno in 5 occasioni contro il Real.

Psg, Mbappè firma il rinnovo?

Guarda il video

Psg, Mbappè firma il rinnovo?

300

Spigliato e pratico, come nelle serate migliori, il Real prende fin dall’inizio in mano il pallino del gioco e costringe subito al grande intervento Cillessen su una capocciata ravvicinata di Militao. Poi, è Modric e regalare un gran passaggio in verticale ad Asensio, che si vede respingere il diagonale dal portiere olandese. I blancos non mollano la presa e, dopo un tiro a giro fuori di un nulla di Benzema e a una clamorosa traversa colta dall’ispiratissimo Modric, sbloccano il risultato grazie a un generoso rigore concesso dal signor Hernandez Hernandez per un contatto in area tra Alderete e Casemiro. Implacabile, dal dischetto, Benzema, che insacca il suo 300º gol complessivo con la casacca del Real.

Ancelotti: "Nessuna Vinicius-dipendenza"

Guarda il video

Ancelotti: “Nessuna Vinicius-dipendenza”

La casa di carta

A pochi minuti dalla controversa giocata, il Valencia non ha esitato a pubblicare sul suo profilo twitter ufficiale un provocatorio messaggio: “La questione dei furti a Madrid inizia a diventare qualcosa di ricorrente. @lacasadicarta #RealMadridValencia”. Cinguettio che ha avuto un successone, a giudicare dalla repentina crescita esponenziale di retweet, citazioni e likes.

Mercato, Haaland entro fine gennaio deciderà: Barca o Real

Guarda il video

Mercato, Haaland entro fine gennaio deciderà: Barca o Real

Doppio Vinicius

Ad inizio ripresa, arriva subito il raddoppio del Real, con una pregevole combinazione tra Benzema e Vinicius, che s’infila tra tre avversari e insacca alle spalle dell’incolpevole Cillessen. I blancos non mollano la presa e, appena varcata l’ora di gioco, calano il tris ancora con Vinicius, che realizza da due passi nella porta incustodita, dopo una prima respinta dell’ex portiere di Ajax e Barça su una botta di Asensio. E salgono a 12 le reti in Liga per il brasiliano. Sul fronte opposto, invece, è Courtois a esibirsi in una grande parata su una fucilata di Wass. A un quarto d’ora dal termine, il portierone belga riesce pure a neutralizzare un rigore calciato da Gonçalo Guedes, che però è il più lesto a gettarsi sul pallone vagante e a ribadirlo in rete. Prima del termine, Benzema fa in tempo a siglare il suo 17º gol in campionato e a fissare il definitivo 4-1. Nel finale, entra in scena anche Isco, oggetto dei desideri della Fiorentina, che potrebbe aver disputato la sua ultima gara in blanco al Santiago Bernabeu.

CLASSIFICA LIGA

Precedente Posticipate tre partite di Serie A e due ottavi di Coppa Italia Successivo Roma, un giocatore titolare a rischio positività: tutti i dettagli

Lascia un commento