Il racconto shock di Villas-Boas: “Ho sconfitto due tumori. Stavo morendo per asfissia”

André Villas-Boas si racconta. Le sue dichiarazioni sono da brividi e riguardano il passato e la sua vita personale: “Ancora qualche minuto e sarei morto per asfissia”. L’ex allenatore di Chelsea e Olympique Marsiglia racconta dei momenti terribili vissuti in passato con la scoperta di due tumori dopo un infortunio alla schiena.

Il racconto drammatico di Villas-Boas 

Comincia tutto durante la Dakar 2018, il tecnico portoghese subisce un’operazione alla tiroide e racconta a Record: “Si è scoperto che stavo morendo durante l’operazione. Dopo dieci minuti ho iniziato a sentirmi male, pensavo di morire, col pulsante ho chiamato l’infermiera e ricordo solo di averla sentita urlare, prendere il mio letto, correre per l’ospedale dritto al pronto soccorso. Quando mi sono svegliato ero sulle mie gambe. Ancora qualche minuto e sarei morto per asfissia. Mi hanno scoperto un altro tumore sulla schiena, che ho dovuto anche rimuovere. Se non fosse stato per l’incidente, non avrei mai scoperto queste malattie”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Valerio Di Cesare scoppia in lacrime: "La salvezza del Bari è vita" Successivo Lotito, dura replica a Gravina: "Un rancore scomposto"