“Il piccolo insetto” che per due volte doveva mollare: la storia di Taremi

Lo chiamano “bichinho” perché è tignoso e lotta, ha segnato 80 gol al Porto negli ultimi tre anni e combattuto nella B iraniana. Eppure è stato sul punto di non giocare più

In Portogallo lo chiamano “o bichinho”, “il piccolo insetto”, un soprannome che lo fotografa alla perfezione. Mehdi Taremi ha 31 anni ed è una di quelle punte spigolose, tignose e combattive. Il nove associativo che non ti molla e dà fastidio.

Precedente Thiago Motta: "Juve? Non ne voglio parlare" Successivo Milan così con Taremi? Il probabile 4-3-3 di Pioli