Il Palma si conferma campione d’Europa. Che botta per il Barça di Velasco!

Di nuovo campioni, ma da sfavoriti. Il Palma Futsal impartisce una lezione di fase difensiva al Barça, lo travolge 5-1 a Yerevan, confermandosi sul tetto d’Europa. Gli azulgrana, imprecisi e sfortunati, sbattono sul muro eretto da Vadillo nella 23esima edizione della finale della Champions League del futsal. E si fanno malissimo, venendo travolti nel finale.

DUE ERRORACCI

Alla Demirchyan Arena SCC èun Palma Futsal sapientemente messo in campo da Antonio Vadillo, equilibrato, spumeggiante in fase offensivo e granitico in difesa, con un Chaguinha (mvp della finale) onnipresente. Il Barça però ha tanta qualità, nonostante gli acciacchi di tanti suoi big, e rompere l’equilibrio con Adolfo, su assist di Catela. Il Palma commette tanti falli ma non accusa affatto il colpo. Pareggia stra-meritatamente su palla inattiva: corner di Chaguinha, Romulo con un destro al volo trafigge Didac Plana. Il Barça ha due occasioni per riportarsi in vantaggio ma fallisce altrettanti tiri liberi, calciati malissimo però da Catela e un convalescente Ferrao. Il primo tempo si chiude sul 2-1: la punizione di Vilian Lourenço s’infila alle spalle di Didac Plana, Palma avanti 2-1 all’intervallo.

UN MURO INVALICABILE

La finale cambia completamente canovaccio nella ripresa. Il Barça si riversa nella metà avversario, sin da subito è un assedio totale e reiterato, ma la fase difensiva di Vadillo è un’opera d’arte. La fortuna, poi, aiuta gli audaci: una conclusione di Matteo Rodrigues si stampa sulla traversa, un diagonale di Touré colpisce il palo. Il Palma è in trincea, ma quando recupera colpisce: Vilian Lourenço si trasforma in assist-man e serve il pallone giusto che Neguinho appoggia in rete il 3-1. A 6’ dalla fine Velasco chiama time out: il Barça si ripresenta in campo con Lozano portiere di movimento, ma dalle parti di Carlos Barron continua a non avvicinarsi mai, neanche con il 5vs4. La svolta a 1’05” dal termine, quando viene espulso proprio il Bufalo Lozano. Chaguinha spezza il possesso palla del Barça e fa 4-1 con un rasoterra dalla sua area a porta vuota, a 8” lo imita Neguinho, 5-1. Il Palma bi-campione d’Europa entra nella storia, per il barça è una tremenda sconfitta.

UEFA FUTSAL CHAMPIONS LEAGUE – FINAL FOUR
DEMIRCHYAN ARENA SSC – YEREVAN

SEMIFINALI – VENERDÌ 3 MAGGIO
A) BENFICA-PALMA 7-8 d.t.r
B) BARCELLONA-SPORTING LISBONA 5-4

FINALE 3°/4° POSTO – DOMENICA 5 MAGGIO
BENFICA-SPORTING LISBONA 3-6

FINALE – DOMENICA 5 MAGGIO
PALMA-BARCELLONA 5-1

*foto fonte: uefa.com


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Playoff scudetto a sorpresa: tonfo Bitonto, impresa Kick Off. Bene le altre big Successivo Champions League, designato l'arbitro di Real Madrid-Bayern Monaco

Lascia un commento