Il Padova torna a vincere, cade il Vicenza. Cesena, Shpendi ne segna 3 in 7′. Juve U23, solo pari

La Triestina supera la Pro Vercelli nel finale. Il riassunto della giornata

Pietro Scognamiglio

20 gennaio 2024 (modifica il 21 gennaio 2024 | 08:47) – MILANO

Ecco tutto quanto accaduto nel sabato di Serie C, dove si è giocata una partita in meno rispetto alle previsioni. L’improvvisa nevicata caduta in Basilicata ha infatti imposto il rinvio di Picerno-Catania, nel girone C. Ecco tutto quanto accaduto nelle altre 11 gare. 

girone a

—  

In attesa della trasferta del Mantova sul campo della Pro Sesto, le inseguitrici mettono pressione alla capolista. Torna al successo – pur senza brillare particolarmente – il Padova, che all’Euganeo supera di misura l’Alessandria ultimo della classe (sfida che nel 2021 è stata la finale playoff): decide Liguori in apertura, con Torrente che poi dà spazio nella ripresa ai nuovi Crisetig e Zamparo. Tiene il passo la Triestina, che centra sul campo della Pro Vercelli un prezioso successo nel finale (2-1): decide il tiro di El Azrak, deviato da Emmanuello, dopo che l’ottimo Haoudi aveva risposto all’iniziale vantaggio ospite di D’Urso. Cade invece il Vicenza, ribaltato a Lumezzane (2-1) per la prima sconfitta della gestione Vecchi: succede tutto nel primo tempo, ospiti in vantaggio su rigore con Pellegrini ma subito raggiunti da Spini e superati da Ilari (nella ripresa, decisive le parate di Filigheddu per decidere il risultato). Senza sussulti lo 0-0 tra Giana e Atalanta U23: tra i padroni di casa è partito dalla panchina – complice il mercato? – il capocannoniere Tommaso Fumagalli, apprezzato in B soprattutto dal Bari. Finisce bruscamente il buon momento del Renate, travolto in casa dalla Pergolettese (5-1, doppietta del jolly spagnolo Guiu Villanova). 

girone b

—  

Un Cesena travolgente stende il Pontedera (4-0) con la tripletta (in 7 minuti!) dello scatenato Cristian Shpendi – il nazionale U21 albanese è adesso il capocannoniere solitario del girone – e il poker di Kargbo. I gol, in un vero e proprio momento di dominio della capolista, sono stati segnati tutti tra il 21’ e il 37’ del primo tempo (la Torres seconda ora è a meno sei dalla vetta, in attesa del derby con l’Olbia). Torna al successo la Lucchese, trascinata da Andrea Rizzo Pinna (gran doppietta) nel 3-1 sulla Recanatese, che sta precipitando in classifica: tris di Yeboah, accorcia troppo tardi Melchiorri. Poche emozioni in Juventus Next Gen-Rimini, partita numero 200 della sua storia in campionato (playoff esclusi) per la seconda squadra bianconera. 

girone c

—  

L’Avellino, ribaltando (3-1) allo Zaccheria un Foggia in caduta libera, fa sentire il fiato sul collo alla Juve Stabia: rossoneri avanti col primo gol di Millico, poi il pari di Cionek e il sorpasso dell’ex Gori prima dell’intervallo, con il tris nella ripresa di Ricciardi. Con Coletti in panchina, per il Foggia (che ha fatto giocare tutti i nuovi acquisti) tre sconfitte in altrettante partite e un totale di nove gol subiti. Mezza frenata per il Crotone, che fa 1-1 allo Scida col Francavilla: Ingrosso porta avanti la squadra di Occhiuzzi, poi raggiunta da Tribuzzi, ma il protagonista di serata è il portiere ospite Branduani, arrivato proprio dal Crotone pochi giorni fa e autore di validi interventi. Stesso risultato (1-1) con un gol per tempo tra Brindisi e Cerignola: a Leonetti risponde per i padroni di casa Bagatti, fresco rinforzo di mercato dal Novara.

Precedente Serie A, il futuro secondo Casini: "Turno all'estero e Supercoppa in India" Successivo Infantino: "A Udine fatti inaccettabili, serve la sconfitta a tavolino"