Il Napoli vince contro la Juve, decisivo Raspadori: rivivi la diretta

Il Napoli ha superato 2-1 la Juventus al Maradona nella ventisettesima giornata del campionato di Serie A. Per gli uomini di Calzona in gol Kvaratskhelia e Raspadori. L’attaccante ex Sassuolo, in particolare, è stato decisivo ribattendo in rete un calcio di rigore sbagliato da Osimhen nel finale. Per la Juventus a segno Chiesa. Gli azzurri si portano così a -5 dal quinto posto occupato dalla Roma mentre i bianconeri restano al secondo posto con 57 punti.


23:59

De Laurentiis furioso contro DAZN: “Non ha il diritto di fare nulla”

La furia del presidente del Napoli contro DAZN prima di Juve-Napoli: guarda qui il video.


23:45

Allegri in conferenza: “Futuro? È il gioco delle tre carte!”

Allegri in sala stampa: “La sconfitta ci fa molto arrabbiare perché la squadra aeva fatto una buona prestazione. Sono contento dei ragazzi. Tutti, da Iling a Miretti fino ad Alcaraz e Alex Sandro. Direi che è stata una partita divertente in quanto a occasioni, abbiamo concesso loro il possesso ma abbiamo avuto occasioni nitide. Alcune volte ci voleva meno fretta e fare magari un passaggio in più. Credo però che le mie squadre non abbiano mai avuto tante occasioni contro il Napoli. Ora abbiamo 10 punti di vantaggio sulla quinta, sono 11 partite, un mini-campionato in cui partiamo così. Bisogna essere bravi e sereni. Più rapidità a centrocampo? Sono giocatori diversi, hanno meno esperienza ma al contempo hanno la tecnica. Però ripeto, a volte ci voleva meno fretta. Rigore? Bravi loro, sono partiti come nel terzo tempo a basket e ci sono saltati addosso. Poi dico sempre che purtroppo il calcio l’ha inventato il diavolo… Rigore battuto male, poi Rugani ha una palla a un metro e la tira alta. Gol Kvara? Bremer ha colpito all’indietro, il tiro era innocuo ma con la deviazione di Cambiaso la palla è finito dentro. Vlahovic ha avuto occasioni ma non è uscito dalla partita. Gli serve. Sono contento di tutti, la sconfitta non ci stava per la prestazione in campo. Le parole del mio agente? È il gioco delle tre carte! Invitatelo in studio e magari vi spiega meglio. Ho stima di Giovanni, lo conosco da una vita, ma il tema Allegri va messo da parte perché abbiamo una semifinale di Coppa Italia da giocare e la Champions da raggiungere, con tanti scontri diretti”.


23:40

Kvara come l’anno scorso

Kvaratskhelia non segnava in due partite di fila in campionato da marzo 2023.


23:35

Raspadori: “Mi sento a mio agio in zone più centrali del campo”

Raspadori ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport dopo la gara: “Sicuramente è una partita che sapevamo, per come avevamo preparato e approcciato, essere fondamentale. Stiamo migliorando di giorno in giorno e costruendo qualcosa di importante, questo è il risultato dei primi dieci giorni di lavoro con mister Calzona. Siamo contenti perché anche quando eravamo in difficoltà abbiamo tenuto un livello di concentrazione altissimo che ci ha aiutato a fare risultato. Calzona? Dal punto di vista mentale abbiamo cercato di resettare, eravamo condizionati dall’andamento della stagione. Quando le cose vanno bene è più facile avere la testa… Abbiamo seguito i suoi concetti e cercato fiducia e continuità, ci ha aiutato tanto ma questo non significa che il percorso di miglioramento è finito. Dobbiamo ancora fare risultati importanti, siamo indietro. Come ho detto in altre occasioni mi sento a mio agio in zone più centrali del campo. Questo però non significa non poter giocare da esterno, in quel ruolo ci si può anche accentrare. Il mister mi ha detto che mi avrebbe fatto fare tutti i ruoli davanti e anche io penso di poterlo fare”.


23:30

Calzona in conferenza: “C’è ancora tanto da fare”

L’allenatore del Napoli ha risposto ai giornalisti in sala stampa: “Siamo sulla buona strada ma c’è ancora tanto da fare. Sono felicissimo per la vittoria, ho visto una squadra che ha voglia di migliorarsi. La squadra vincendo questa partita ha dato un segnale per raggiungere posizioni importanti. Sono felicissimo di vedere una squadra coesa che ha voglia di migliorarsi. Osimhen e Kvara? Sono due giocatori fortissimi, fondamentali per questa squadra. Hanno passato un momento di difficoltà, ma ora sono tornati quasi sui loro livelli. Dobbiamo migliorare nel possesso palla e verticalizzare di più. Tutti, quelli che entrano mi danno una mano, erano tutti pronti ad entrare. Sono segnali importanti. Si parte da qui. In 10 giorni non si fanno i miracoli, ci vorrebbe il tempo che non abbiamo. Chiedo ai ragazzi velocità di apprendimento, cosa che stanno facendo e di cui sono felicissimo anche se di natura non sono mai contento. Rrahmani? Ha avuto un indurimento dell’adduttore, poteva aggravarsi, per quello è uscito. Verrà valutato domani. Dobbiamo velocizzare e memorizzare più nozioni possibili. Siamo rientrati in gioco per le posizioni alte di classifica. Col Torino abbiamo l’obbligo di fare risultato anche se non sarà facile. Per il Barça c’è ancora tempo. Non ho fatto nulla di particolare, ho detto ai ragazzi di giocare tranquilli ed applicarsi in allenamento. Ho parlato poco perché dopo le vicissitudini avevano una testa enorme. Ho parlato poco e loro stanno rispondendo. Costruzione dal basso? Ci credo tanto, chiedo ai ragazzi di non buttare la palla. La Juve a tratti ci ha messo in difficotà, sono secondi e non era facile. Ci aspettavamo una partita dura, ma alla fine siamo venuti a capo e di questo siamo contenti”.


23:25

De Laurentiis annuncia: “Abbiamo chiuso co DAZN”

Prima della conferenza stampa di Francesco Calzona, Aurelio De Laurentiis è intervenuto nella sala conferenze dello stadio Maradona. Il patron azzurro ha annunciato che i tesserati del Napoli non rilasceranno più interviste a DAZN: “Abbiamo chiuso con DAZN, parleremo solo con Sky e la Rai”.


23:20

Vlahovic: “Non posso sbagliare queste occasioni”

Vlahovic ai microfoni di DAZN: “Stasera ripenserò a tutte le occasioni sprecate, se voglio fare uno step in più quest chance devo sfruttalo. Ho avuto chance importanti ma non ho da rimproverami nulla, sto dando tutto negli allenamenti e in gara. Abbiamo fatto una buona partita sul piano tecnico e tattico però se avessi fatto gol la partita sarebbe andata diversamente. Voglio complimentarmi con i miei compagni perché ho visto delle “facce” quando sono rientrato negli spogliatoi. Tiro di prima? Ci ho pensato troppo, di solito faccio gol 9 volte su 10. Se voglio diventare quello che sto pensando, cioè un grande attaccante, devo segnare questi gol. E’ andata così stasera, ci lavorerò e spero di segnare già dalla prossima che giocherò. Il mister è stato bravissimo ad inserire questi giocatori giovani, lo sono anche io, ma con questi ragazzi di 18 e 19 anni ha fatto un grande lavoro. Già dall’anno prossimo dobbiamo pretendere di vincere lo scudetto perché alla Juventus conta solo questo. Dobbiamo continuare a seguire il mister, delle circostanze a partire dall’Empoli non ci hanno permesso di proseguire la lotta scudetto. Con l’Inter siamo entrati in campo dopo la batosta con l’Empoli, poi con l’Udinese in casa sappiamo com’è andata. Sono cose che ci serviranno l’anno prossimo. Se vinciamo un trofeo e se ci qualifichiamo per la Champions League. Le cose personali le lascio da parte, penso solo ad aiutare la squadra. Siamo un grande gruppo e questo ci spinge ad andare avanti. Se uno fa 20 gol e la squadra non va, non ha senso“.


23:15

I tesserati del Napoli non parleranno ai microfoni di DAZN

Come nel pre-partita, anche nel post di Napoli-Juve i tesserati del club azzurro non parleranno ai microfoni di DAZN.


23:10

Napoli storico contro la Juventus

Il Napoli ha vinto 5 sfide casalinghe di fila contro la Juventus per la prima volta nella sua storia in Serie A. La Juventus ha perso 5 trasferte di fila contro una squadra in Serie A per la prima volta dal periodo tra il 1960 e il 1964 contro la Fiorentina.


23:05

Le parole di Allegri sul futuro

Le dichiarazioni di Allegri ai microfoni di DAZN nel post partita: “Stasera hanno fatto veramente una bella parttia, nel primo tempo abbiamo avuto occasioni buone e non siamo risuciti a sfruttarle. Normale che sono tutti passaggi di crescita che i rgazzi devono fare, però la squadra ha fatot bene e abbiamo ancora undici partite da giocare per raggiungere il nostro obiettivo. Avendo fuori McKennie e Rabiot, sia Miretti che Alcaraz hanno fatto una buona partita, stasera è stato belle vedere la squadra che si è aiutata difensivamente. Abbiamo rischiato su delle mischie e loro credo che occasioni nitide davanti a Sczesny non ne abbiano avute. Ci siamo intestarditi andando troppo centralmente, poi quando abbiamo allargato il gioco abbiamo creato delle situazioni favorevoli. Dispiace perché usciamo sconfitti e ora avremo un calendario importante per arrivare alla quota Champions. Nonge? Bisogna migliorare su tante cose, l’esperienza di tante partite farà sì che in quel momento saremo più sbegli ma guardiamo il lato positivo, forse è stata la Juventus più giovane della storia con sei giocatori in campo dal 2003 al 2005. Sul rigore loro hanno preso la rincorsa e ci hanno saltato addosso, sono situazioni in cui bisogna fare meglio. Ora abbiamo uno scontro diretto con l’Atalanta e dobbiamo fare punti. Ci sono momenti in cui le cose vanno bene e altri in cui ogni tiro va dentro. Lavoriamo sulle prestazioni e continuiamo così. Al momento abbiamo 57 punti, siamo dentro il nostro obiettivo e dobbiamo rimanerci. Le parole del mio agente? Basta che lo invitate, così ve lo fate spiegare. Io sono molto contento alla Juventus, poi tutti gli anni in questo periodo c’è il dilemma Allegri. Il problema Allegri non esiste, c’è da raggiungere degli obiettivi e al momento non li abbiamo raggiunti. Da qui alla fine ci impegneremo per raggiungere ciò che l’anno scorso ci hanno tolto, poi vedremo”.


22:55

Periodo nero per la Juve

Altra sconfitta per la Juve, che continua il suo periodo negativo. Sola una vittoria nelle ultime sei per i bianconeri.


22:45

Napoli-Juve, le statistiche del match


22:40

90+4′ – Napoli-Juve finisce 2-1

Dopo la punizione battuta da Chiesa e respinta da Meret arriva il triplice fischio. Il Napoli batte la Juventus.


22:39

90+3′ – Ammonito Calzona

Giallo per Calzona: l’allenatore del Napoli aveva protestato in occasione di una punizione assegnata alla Juventus.


22:37

90+3′ – Esce Kvara

Dentro Lindstrom, fuori Kvaratskhelia 


22:36

90+2′ – Rugani spara alto

Clamorosa occasione per Rugani dopo una mischia nell’area di rigore del Napoli: il pallone finisce sul mancino del difensore dopo un tiro-cross di Yildiz, che non centra la porta.


22:33

90′ – Assegnati cique minuti di recupero.

Mariani e tutta la squadra arbitrale hanno assegnato cinque minuti di recupero.


22:32

89′ – Bocciatura per Nonge, sostituito da Allegri

Milik entra al posto di Alcaraz mentre Danilo sostituisce Nonge. Gara da incubo per il belga, sostituito dopo un quarto d’ora in cui ha causato il rigore per il Napoli


22:30

87′ – Osimhen sbaglia il rigore ma Raspadori segna

Osimhen si fa ipnotizzare da Szczesny dagli undici metri ma sulla respinta arriva Raspadori che trova il 2-1 per il Napoli


22:28

85′ – Rigore per il Napoli

Fallo di Nonge su Osimhen in area di rigore: Mariani assegna la massima punizione dopo un check al Var.


22:24

81′ – La Juve pareggia con Chiesa

Chiesa trova l’1-1 con un diagonale che trafigge Meret.


22:22

79′ – Mariani richiama Allegri

Ammonizione verbale dell’arbitro ad Allegri: il tecnico bianconero aveva protestato per un giallo non dato ad un giocaotre del Napoli per un fallo su Alcaraz.


22:18

76′ – Doppio cambio per la Juventus

Fuori Miretti e Iling, dentro Yildiz e Nonge. La Juventus dovrebbe schierarsi con un 4-3-3 con il tridendte Yildiz-Vlahovic-Chiesa.


22:15

72′ – Bremer a terra

Il difensore è rimasto a terra in mezzo al campo: soccorso dallo staff medico, sembra trattarsi di una botta al polpaccio destro. L’ex Torino è tornato in campo.


22:10

67′ – Di Lorenzo a terra dopo un contrasto di gioco

Di Lorenzo tiene con il fiato sospeso il Maradona per qualche attimo dopo un contrasto di gioco: il capitano resta a terra per un istante ma si rialza.


22:06

64′ – Cambio obbligato per Rrahmani

Rrahmani costretto a lasciare il campo per un problema fisico: al suo posto Ostigard. Dentro anche Zielinski e Raspadori al posto di Traorè e Politano. In campo anche Weah al posto di Cambiaso.


22:04

61′ – Ancora un’occasione per Vlahovic

Mancino diagonale di Vlahovic, servito in profondità da Miretti: Meret respinge.


22:02

59′ – Schema su punzione per il Napoli: nulla di fatto

Schema per il Napoli su una punizione da posizione laterale: Anguissa non controlla al meglio sul cross di Traorè.


21:54

51′ – Miretti spreca da buona posizione

Finisce alto il tentativo di Miretti che era riuscito ad arrivare al tiro da dentro l’area di rigore del Napoli.


21:51

49′ – Punizione larga di Vlahovic

Punizione battuta da Vlahovic da circa trenta metri: Meret lascia sfilare il pallone sul fondo..


21:50

47′ – Prima ammonizione anche per il Napoli

Gamba alta di Traorè su Locatelli: Mariani sventola il giallo all’ex Sassuolo


21:48

46′ – Comincia il secondo tempo

Napoli-Juve è ripartita al Maradona. Nessun cambio a parte dei due allenatori.


21:45

De Laurentiis salta in tribuna dopo il gol del Napoli

Inquadrato dalle telecamere di DAZN, De Laurentiis ha saltato in tribuna dopo il gol di Kvaratskhelia. Guarda qui la foto virale.


21:35


21:32

45+1′ – Termina il primo tempo, Napoli-Juventus 1-0

Si chiude con il risulato di 1-0 la prima frazione al Maradona. In gol Kvaratskhelia al 43′.


21:31

45′ – Assegnato un minuto di recupero

La squadra arbitrale ha assegnato un minuto di recupero.


21:28

43′ – 1-0: Kvaratskhelia

Kvaratskhelia porta in vantaggio il Napoli: cross in mezzo di Di Lorenzo, Bremer allontana di testa ma il pallone arriva sul destro del georgiano che al volo trafigge Szczesny sul primo palo. Decisiva anche una leggere devazione di Cambiaso.


21:23

36′ – Tentativo da lontano di Miretti

Tiro ambizioso dalla lunga distanza per Miretti: il pallone termina alto.


21:20

34′ – Palo colpito da Vlahovic

Imbucato da Chiesa sul filo di fuorigioco, l’attaccante serbo colpisce il palo con un tocco sotto a superare Meret.


21:17

31′ – Occasione Juventus con Iling

Iling si trova sul mancino il pallone dopo un colpo di testa di Chiesa in area di rigore: pallone fuori di qualche metro.


21:14

29′ – Terza ammonizione per la Juventus

Anche Cambiaso entra nella lista dei cattivi: giallo per un fallo su Kvaratskhelia.


21:14

28′ – Punizione di Politano: Szczesny blocca in due tempi

Sul punto di battuta si presenta Politano che sceglie la potenza sul lato del portiere polacco che blocca in due tempi impedendo la ribatutta di Anguissa.


21:12

26′ Ammonizione per Bremer e punizione dai 18 metri per il Napoli

Duello tra Bremer e Osimhen: il brasiliano atterra l’attaccanre nigeriano poco prima dell’area di rigore. Punizione per il Napoli e ammonizione per l’ex Torino.


21:11

24′ – Tiro alto di Di Lorenzo

Azione dalla destra per il Napoli: cross in area, tacco di Traoré e tiro alto di capitan Di Lorenzo.


21:08

22′ – Kvara richiamato da Mariani

Breve colloquio tra il direttore di gara e Kvaratskhelia dopo un fallo del georgiano su Cambiaso.


21:05

20′ – Giallo per Vlahovic: era diffidato, salterà l’Atalanta

La prima ammonizione della gara è per Dusan Vlahovic: giallo dopo un altro fallo su Kvaratskhelia. L’attaccante serbo era in diffida e salterà il prossimo turno contro l’Atalanta.


21:00

15′ – Fallo di Alcaraz su Kvara

Contrasto falloso di Alcaraz sul numero 77 del Napoli. Poco dopo anche Cambiaso commette un’irregolarità sul georgiano.


20:56

10′ – Occasione per Vlahovic

Altro errore di Olivera su cui Chiesa recupera il possesso per poi crossare perfettamente verso la testa di Vlahovic: pallone fuori di poco.


20:54

8′ – Cross lungo di Traorè.

Prima il tentativo da fuori di Kvaratskhelia deviato, poi un cross troppo lungo dell’ex Sassuolo.


20:48

4′ – Di Lorenzo crossa, Szczesny smanaccia

Nel ribaltamento di fronte Di Lorenzo, imbucato da Politano lungo la fascia destra, crossa in area: Szczesny respinge.


20:47

3′ – Errore di Olivera, Alcaraz non approfitta

Olivera perde un pallone nella metà campo del Napoli, nello sviluppo dell’azione arriva al cross Iling ma Alcaraz non riesce ad indirizzare il pallone verso la porta.


20:45

1′ – Partiti, è iniziata Napoli-Juventus

Calcio d’inzio al Maradona: primo pallone toccato dalla Juventus con Vlahovic.


20:40

Gli ultimi precedenti

Grande equilibrio nelle ultime 11 partite tra Napoli e Juventus in Serie A: cinque successi per parte e un pareggio, con 18 gol dei partenopei e 16 dei bianconeri.


20:30

Giuntoli: “Non ho ancora salutato De Laurentiis”

“Ricordi? Otto anni sono veramente tanti, ci sono tutte le persone con cui ho lavorato dietro le quinte, è una grande emozione. Non ho ancora incontrato De Laurentiis, lo saluterò molto volentieri. Il Mondiale per Club è una cosa lontana da noi, noi non possiamo fare nulla perché non giochiamo nessuna competizione europea. Il futuro del Napoli per quella competizione è nelle loro mani. Chiesa? Ha avuto qualche problemino fisico, tutti i giocatori se non sono al 100% della condizione non sono brillantissimi. Aspettiamo che crescano le sue condizioni fisiche e le prestazioni. Allegri? Non è cambiato nulla, siamo concentrati sulla partita e a tempo debito ci metteremo seduti per programmare il futuro insieme, andiamo avanti senza nessun problema”.


20:25

I tesserati del Napoli non parleranno a DAZN nel pre-partita

Marco Cattaneo ha annunciato dallo studio che i giocatori del Napoli non parleranno ai microfoni di DAZN nel pre-partita.


20:20

Locatelli: “5-1? Oggi è un altro campionato”

“La partita con il Frosinone deve darci l’entusiasmo che abbiamo perso nelle ultime partite, quella voglia per tornare alla vittoria non deve mancarci per questa sfida, noi siamo pronti. Non ci dimentichiamo il 5-1, è stata una bruttissima partita ma adesso è un altro campionato. Alcaraz? Qualcosa ci diremo tutti, il lavoro di squadra porta alla vittoria, Carlos è una ragazzo che ascolta e oggi farà una gran partita”.


20:15

Squadre in campo per il riscaldamento

Gli uomini di Calzona e Allegri sono in campo per il riscaldamento pre-partita.


20:10

La panchina della Juventus

Questi i giocatori a disposizione di Allegri: Pinsoglio, Daffara, Gatti, Danilo, Kostic, Milik, Yildiz, Weah, Tiago Djalo, Nicolussi Caviglia, Nonge.


20:05

La panchina del Napoli

Questi i giocatori a disposizione di Calzona: Contini, Gollini, Natan, Mario Rui, Simeone, Zielinski, Lindstrom, Mazzocchi, Dendoncker, Ostigard, Raspadori.


20:00

A breve il riscaldamento

Le due squadre stannno per scendere sul terreno di gioco per il consueto riscaldamento pre partita.


19:55

Napoli, la formazione ufficiale di Calzona

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus, Olivera; Anguissa, Lobotka, Traore; Politano, Osimhen, Kvaratskhelia. All. Calzona


19:50

Juve, ecco le scelte di Allegri

JUVENTUS (3-5-2): Szczesny; Rugani, Bremer, Alex Sandro; Cambiaso, Miretti, Locatelli, Alcaraz, Iling-Junior; Vlahovic, Chiesa. All. Allegri


19:35

Tra poco le formazioni di Napoli-Juve

Manca poco alla pubblicazione delle formazioni di Napoli-Juve. C’è curiosità sulle scelte di Calzona e Allegri


19:20

Arriva il pullman del Napoli: la carica dei tifosi

È appena arrivato a Fuorigrotta il pullman del Napoli. Tanti tifosi hanno accolto gli azzurri, scandendo il colo “devi vincere”


19:14

Napoli, il dato che premia Osimhen

C’è un interessante dato su Osimhen: è il terzo giocatore nella storia del Napoli ad andare in doppia cifra in quattro stagioni di fila in Serie A, dopo Maradona e Sallustro


19:02

Il ritorno a Napoli di Giuntoli

È la prima volta che Giuntoli torna a Napoli dopo il passaggio alla Juventus. Ecco che atmosfera ha trovato. Leggi tutto


18:45

Juve ispirata dall’Iliade: il post social fa impazzire i tifosi

La Juve ha scomodato perfino l’Iliade in vista del match di stasera col Napoli. Attraverso un post pubblicato sui social, si vede la zebra bianconera trasformata nel cavallo di Troia, con la scritta: “Assaltiamo lo stadio Maradona: è il nostro momento di conquistare”


18:42

Napoli, in palio c’è un record incredibile contro la Juve

Napoli per la storia: se vince oggi sarebbe il quinto anno di fila in casa contro la Juventus. Non era mai successo. L’ultima vittoria dei bianconeri risale al 2019, con lo stadio che si chiamava ancora Stadio San Paolo. Era il 3 marzo, come oggi.


18:32

Tutte le informazioni su Napoli-Juve

Non sarai al Maradona? Scopri dove vedere Napoli-Juve in tv o in streaming. Leggi tutto


18:17

La curiosità dei tifosi del Napoli: c’entra Mare Fuori

Mentre i tifosi erano in fila per entrare al Maradona, hanno notato la palazzina in cui vive il comandante di “Mare Fuori”. Non sono mancati commenti e rimandi alla famosa serie tv


18:05

Aperti i cancelli del Maradona

Sono stati appena aperti i cancelli del Maradona. Sono già lunghe le file dei tifosi che si apprestano ad affollare i gradoni dell’impianto di Fuorigrotta


17:50

Napoli, chi è la dj che infiamma il Maradona

Si tratta di Deborah De Luca e stasera riscalderà l’atmosfera prima di Napoli-Juve. Leggi tutto


17:35

Ecco quando si apriranno i cancelli del Maradona

C’è già una lunga fila all’esterno del Maradona. I cancelli saranno aperti ai tifosi verso le 18/18:20.


17:30

Juve, le possibili scelte di Allegri

La probabile formazione di Allegri per il match del Maradona


17:17

Napoli, la probabile formazione di Calzona

Le possibili scelte di Calzona in vista del match con la Juventus


17:02

Napoli-Juventus, primi tifosi all’esterno del Maradona

Iniziano ad arrivare i primi tifosi del Napoli all’esterno dello “Stadio Diego Armando Maradona”. Cresce l’attesa per la super sfida della ventisettesima giornata del campionato di Serie A.


16:49

Napoli-Juventus, stadio Maradona sold out

Nella mattinata odierna, sono stati venduti anche gli ultimi biglietti disponibili negli anelli inferiori delle tribune. “Stadio Maradona” sold out per Napoli-Juventus. Cancelli aperti e tornelli attivi dalle ore 18.


16:40

Napoli-Juventus, le ultime di formazione

Assenze pesanti in casa Juve, il Napoli punta tutto su Victor Osimhen: le probabili scelte di Calzona e Alleri (LEGGI QUI).


16:34

Allegri vince a Capannelle prima di Napoli-Juve

A poche ore da Napoli-Juventus, Massimiliano Allegri festeggia la vittoria della sua Sun Never Sets nel pomeriggio ippico a Capannelle (Leggi tutto).


16:30

Napoli-Juventus, cresce l’attesa per il big match

Alle ore 20.45 il fischio d’inizio di Napoli-Juventus, partita di cartello della ventisettesima giornata del campionato di Serie A. Sale l’attesa nei pressi dello “Stadio Diego Armando Maradona”, ci sarà il pubblico delle grandi occasioni.


Stadio Diego Armando Maradona – Napoli


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Muller, la papera del portiere in Bundesliga è clamorosa Successivo Il Brest vince ancora e si avvicina al Psg, il Lens passeggia a Lione