Il Napoli le alternative se parte Koulibaly (e una è già in Italia)

Si attendono le mosse di Ramadani: sono tanti i club interessati al senegalese. Nel frattempo Giuntoli studia difensori più giovani e dall’ingaggio contenuto

Non è solo questione di “vile pecunia” perché eventualmente sostituire Kalidou Koulibaly sarà innanzitutto una questione tecnica. Il Napoli non ha ancora fatto alcuna mossa concreta per prendere un erede del centrale senegalese semplicemente perché offerte ufficiali per K2 non sono ancora arrivate ed al momento è stato fissato soltanto il prezzo da De Laurentiis che si “accontenterebbe” di 35-40 milioni per lasciar partire quello che a Napoli sperano sia il capitano della prossima stagione. Insomma, si attendono le mosse di Ramadani – agente del calciatore – che però non ha fretta perché club interessati a Koulibaly non mancano ma anche la prospettiva di andare a scadenza può essere intrigante sia per il calciatore che – ovviamente – per chi ne cura gli interessi.

Ricomincio da tre

—  

Intanto, però, il Napoli ha registrato l’addio di Tuanzebe (che era in prestito) e quindi in realtà un casting per quanto concerne il ruolo di difensore centrale lo ha già avviato: monitorati Min-jae Kim del Fenerbahce e Jan Bednarek del Southampton, profili che hanno fatto bene nei rispettivi campionati di appartenenza e che vantano le caratteristiche richieste: grande fisicità, ingaggio contenuto ed una età più giovane di Koulibaly. In Italia è piaciuto a Giuntoli l’ex genoano Leo Ostigard che sta per rientrare al Brighton dopo il prestito in Liguria. Certo, nessuno dei tre è del livello di Koulibay ma tutti potrebbero sposarsi bene con Rrahamani che – ad oggi – insieme al riconfermato Juan Jesus rappresenta una delle certezze della retroguardia azzurra in vista della prossima stagione.

Precedente Cittadella, ufficiale: Perticone rinnova Successivo Lazio, è Chust il pilastro per la nuova difesa: per lui garantisce il Real

Lascia un commento