Il ministro Giorgetti convoca Dazn per fare chiarezza sullo stop alla doppia utenza

Il 16 novembre i vertici della tv devono presentarsi al ministero dello Sviluppo Economico. L’azienda: “Disponibili al confronto”

Ci sono sviluppi sulla vicenda dello stop alla doppia utenza da parte di Dazn, una decisione presa per limitare la pirateria che però ha scontentato molti abbonati alla piattaforma che da quest’anno trasmette la serie A.

LA CONVOCAZIONE

—  

Dopo diverse polemiche, il governo ha preso la decisione di capire meglio le intenzioni della società sullo stop alla possibilità di vedere le partite su due schermi in contemporanea con lo stesso abbonamento, convocando al Ministero dello Sviluppo Economica i vertici di Dazn. Nell’incontro al Mise, che si terrà il prossimo 16 novembre, interverrà, oltre al ministro Giorgetti, anche la sottosegretaria Anna Ascani, che ha la delega in materia.

L’AZIENDA DISPONIBILE

—  

Dazn ha subito risposto positivamente alla convocazione, come si legge nella nota diffusa nel pomeriggio di mercoledì. “Come di consueto siamo disponibili alla collaborazione e al confronto con le autorità e le istituzioni. A questo riguardo, abbiamo prontamente accolto l’invito da parte del Ministro dello Sviluppo Economico e dell’On. Anna Ascani, ad un confronto da svolgersi all’inizio della prossima settimana”.

LA VICENDA

—  

La convocazione al Mise arriva a un giorno di distanza dall’indiscrezione secondo cui Dazn avrebbe intenzione, a metà dicembre, di annullare la possibilità di vedere il contenuto trasmesso da un servizio streaming nello stesso momento su dispositivi differenti con lo stesso account. Al momento su Dazn è possibile connettersi a due dispositivi in contemporanea e di associare lo stesso abbonamento su sei device. Dazn non ha commentato l’indiscrezione, ma l’intenzione sarebbe quella di fermare l’abitudine di condividere l’abbonamento con amici, dimezzando la spesa. Dazn trasmette in esclusiva sette delle dieci partite a giornata della Sere A e circa il 20% degli utenti condivide l’abbonamento.

Precedente Cuadrado-Juve e Luiz Felipe-Lazio: strade spianate per i rinnovi Successivo Nervi tesi, fiamme e botte da orbi in un "caldo" derby... norvegese

Lascia un commento