Il Milan vede lo scudetto… d’inverno

MILANO – Ha vinto ieri sera in campo contro il Torino e ha vinto oggi seduto sul divano davanti alla tv. Per Stefano Pioli è stato un week end da ricordare, che ha rafforzato ancora di più le ambizioni scudetto del suo Milan. A due giornate dalla fine del girone d’andata il Diavolo è a +3 sull’Inter seconda e a +6 sulla Roma, in attesa della gara di stasera della Juventus con il Sassuolo. Impossibile sognare qualcosa di meglio per il tecnico di Parma che ha dimenticato in fretta la sconfitta di mercoledì contro i bianconeri di Pirlo ed è tornato a guardare al futuro con ottimismo a dispetto dei tanti infortuni che stanno funestando la sua rosa. Martedì ci sarà la sfida di Coppa Italia ancora contro i granata, ma il pensiero va soprattutto alla sfida di Cagliari in programma tra 8 giorni quando verosimilmente Ibrahimovic tornerà titolare al centro dell’attacco.

IL LEONE C’E’ – La sfida contro l’arrendevole Toro dell’ex Giampaolo intanto ha certificato che, dopo 48 giorni di stop per problemi muscolari alla coscia e al polpaccio, lo svedese è di nuovo abile ed arruolo. E’ rimasto in campo 5′ più recupero, ma il segnale è stato senza dubbio incoraggiante. D’accordo, Leao nelle ultime 5 giornate ha fatto molto bene segnando 3 volte e servendo qualche assist, ma l’ex Inter e United, con tutto il rispetto per il promettente portoghese, è un’altra cosa. Sia per la convinzione che riesce a instillare nei compagni sia per la paura che trasmette agli avversari. Ibra può dare molto sia nella rincorsa al titolo di campione d’inverno sia nella caccia allo scudetto, un obiettivo al quale i rossoneri credono fermamente a dispetto della prudenza che contraddistingue certe dichiarazioni. Ecco perché la società sta facendo il possibile per puntellare la rosa con gli arrivi (in prestito con diritto di riscatto) del centrocampista Meité dal Torino e del difensore Simakan dello Strasburgo (a titolo definitivo).

INFERMERIA – Martedì tutto lascia pensare che Zlatan inizierà dalla panchina e che farà una sorta di staffetta con Leao, ammonito contro il Torino e squalificato a Cagliari. Riportare il fuoriclasse di Malmö al top è fondamentale proprio come lo è il recupero degli altri elementi non al top. In Sardegna dovrebbero tornare Bennacer e Saelemaekers e c’è attesa per capire le condizioni di Tonali e Brahim Diaz, usciti malconci ieri sera da San Siro. Per Rebic e Krunic invece sarà necessario attendere che superino il Covid. Domani Pioli farà la conta dei disponibili in vista di domani sera, ma grazie al 2-2 tra Roma e Inter avrà l’animo più sereno proprio come tutti i suoi calciatori.

Precedente Conte: "Inter, dimentica il mercato. Il verbo volere non esiste da agosto" Successivo Casertana, rubate divise e scarpe prima della partita con il Catania

Lascia un commento