Il Milan guarda sempre più alla Francia…ma pescare in Ligue 1 conviene?

Il 2022 porterà in rossonero Adli (anche se difficilmente avverrà subito), per Kolo Muani c’è un interesse concreto e per Faivre non è da escludere un ritorno di fiamma

Da Nestor Combin a Olivier Giroud, nei libri di storia del Milan parecchie pagine sono state scritte dai francesi. Una ventina di uomini vestiti di blu-bianco-rosso, destinati a volte a diventare leggende rossonere – Marcel Desailly su tutti – e in altri casi a non lasciare tracce indelebili (Gourcuff, Ba, Meité, solo per fare qualche esempio).

Precedente Minaccioni: "Cresciuta tra Rocca e Conti, con papà e la Roma ho imparato la fatica" Successivo Haaland sfoglia la margherita: Real o Barcellona nel suo futuro?

Lascia un commento