Il Milan batte l’Empoli grazie a Giacinti, vincono anche Sassuolo e Napoli

Il gol dell’attaccante rossonera e della nazionale porta 3 punti importanti alla squadra di Ganz. Passano anche le neroverdi in un match spettacolare (4-2) contro il Pomigliano

La Juve chiama, Sassuolo e Milan rispondono. In una domenica ricchissima di gol, sia la squadra di Piovani che quella di Ganz fanno il loro dovere: poker per le emiliane al Pomigliano, mentre le rossonere hanno dovuto faticare per avere la meglio dell’Empoli, battuto dal gol della solita Giacinti. In coda, rocambolesco 4-3 del Napoli sul campo della Lazio.

Sassuolo-Pomigliano 4-2

—  

MARCATRICI: 14′ Brignoli (S), 29′ Clelland (S), 52′ Cox (P), 56′ Luik (P), 78′ rig. Dubcova (S), 87′ Cantore (S)

Dopo la sconfitta di Roma che ha creato il distacco sulla capolista Juve, il Sassuolo se l’è vista brutta anche al Ricci contro il Pomigliano: le neroverdi, però, alla fine sono riuscite a venire a capo di una partita complicatissima e a tenersi stretta la seconda posizione. Sassuolo avanti con Brignoli dopo un cross di Bugeja: dedica a Martina Tomaselli, infortunatasi al crociato nei giorni scorsi. Dopo una grande parata di Lemey su Moraca, è arrivato il raddoppio emiliano con la scozzese Clelland. Nella ripresa, il Pomigliano ha prima accorciato le distanze con un gol di Cox sugli sviluppi di un calcio d’angolo, poi ha addirittura trovato il pareggio con un gol in mischia di Luik. Nel finale, però, la stessa Luik ha commesso fallo in area su Dubcova, con la stessa ceca che ha trasformato dagli undici metri per il 3-2, diventato 4-2 grazie a uno splendido pallonetto da 40 metri di Cantore che ha trovato fuori dai pali Cetinja.

Vince il Sassuolo, ma vince anche il Milan, trascinato ancora da Valentina Giacinti: il gol del bomber della Nazionale, entrata nel secondo tempo, ha permesso alla squadra di Maurizio Ganz di tenersi in scia delle prime posizioni. Ma contro l’Empoli non è stato affatto facile, anche perché le toscane erano andate vicine al vantaggio al 36′ con una conclusione di De Rita, respinta da Korenciova in campo al posto di Giuliani. Dall’altra parte, deviazione di Ciccioli sul calcio d’angolo di Tucceri Cimini diretto nello specchio. Nella ripresa, Ganz ha inserito l’ultima arrivata Jonusaite e Giacinti per Longo e Stapelfeldt, e proprio Giacinti ha approfittato di un errore di Ciccioli su cross di Bergamaschi per segnare il gol decisivo per la vittoria del Milan: vittoria poi legittimata dal palo colpito nel finale da Adami.

Lazio-Napoli 3-4

—  

MARCATRICI: 11′ Erzen (N), 15′ rig. e 68′ rig. Martin (L), 18′ Cuschieri (L), 58′ e 72′ rig. Goldoni (N), 93′ Porcarelli (N)

Succede di tutto a Formello, dove il Napoli ha conquistato in casa della Lazio – ancora a zero punti – una vittoria pesantissima in chiave salvezza. Era stata la squadra campana a passare in vantaggio con l’ex romanista Erzen. Poi, nel giro di tre minuti, prima il pareggio di Martin su rigore poi la rete del 2-1 della maltese Cuschieri. Il Napoli, nella ripresa, si è riportato in parità grazie al gol bellissimo di Eleonora Goldoni, ma il fallo di Corrado su Visentin ha mandato di nuovo Martin sul dischetto. La spagnola ha segnato il 3-2, dando speranza alla squadra di Catini di ottenere i primi punti del suo campionato. Al 71′, però, terzo rigore del pomeriggio, per un presunto fallo di mano di Heroum: dal dischetto ha trasformato ancora Goldoni. Nei minuti di recupero, la rete vincente di Porcarelli: Napoli a pari punti (7) con l’Empoli al terzultimo posto

Precedente Rugby, Italia Ko ma a testa alta con i marziani All Blacks, l’Olimpico di Roma ha applaudito gli azzurri Successivo Signori? “Io e Immobile siamo diversi, ma insieme ci saremmo adattati bene...”

Lascia un commento