Il giudice del Coni: “Juve-Napoli, la sentenza può essere ribaltata”

Mario Sanino, presidente della Prima sezione del collegio di garanzia del Coni, ha parlato della vicenda a Radio Punto Nuovo: “Dipenderà da quali violazioni sottoporrà il Napoli. Poi la Corte d’Appello Figc dovrà uniformarsi ai principi che darà il Collegio”

Mario Sanino, Presidente della I Sezione del Collegio di Garanzia del Coni, ha commentato a Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show, la sentenza Juve-Napoli (3-0 a tavolino e un punto di penalizzazione). Ecco le sue parole che non escludono un possibile ribaltamento: “Il Collegio di Garanzia è l’ultimo organo di giustizia sportiva ed esamina l’ultimo grado delle Corti delle Federazioni. Noi possiamo esaminare solo le violazioni di norme o difetto di motivazione”.

le violazioni

—  

“Questo collegio ha sei anni di vita, visto che esiste dal 2014, e i consulenti del Napoli sapranno individuare eventuali violazioni di disposizioni di legge, l’avvocato Grassani è conosciuto e stimato nell’ambiente. Sezioni unite? Presiederà Frattini con tutti i presidenti di sezioni e il punto di penalizzazione si potrà anche togliere nel caso di violazioni di norme. Dipende quali violazioni sottoporrà il Napoli, poi la Corte d’Appello Figc dovrà poi uniformarsi ai principi che darà il Collegio se sarà rimandata alla Corte, uniformandosi a questo principio di diritto”. E poi: “Tar? Organo giurisdizionale che sempre può intervenire solo per legittimità, solo per violazione di norme. Se non si applica correttamente la norma, se dovesse rilevare illegittimità annulla la decisione. Il Tar può sia rimandare gli atti anche al Collegio o sentenziare: il Tar non può risarcire in modo automatico dal punto di vista economico. Se il Napoli avesse ragione, può fare un’azione di risarcimento. I tempi sono brevi: si articola sui tempi che sono sempre rapidissimi, circa un mese”.

Precedente Balotelli al Vasco? Il video fa sognare i tifosi. Ma l'affare non sembra fattibile Successivo Per lady Bastoni l'estate non finisce mai: almeno su Instagram, i fans apprezzano

Lascia un commento