Il figlio di Tacconi: “Papà sta continuando a giocare la sua partita”

Lunedì il nuovo bollettino medico. L’ex portiere della Juventus è ricoverato ad Alessandria per un’emorragia cerebrale

“Papà sta continuando a giocare la sua partita”. Lo scrive su Facebook Andrea Tacconi a proposito delle condizioni del padre Stefano, ex portiere della Juventus, ricoverato all’ospedale di Alessandria lo scorso 23 aprile per una emorragia cerebrale. “Lunedì – aggiunge – condividerò il nuovo bollettino medico del dottor Barbanera”, direttore della Struttura di Neurochirurgia che ha in cura Tacconi con Fabrizio Racca, direttore della Terapia Intensiva. “Avanti così”, conclude Andrea Tacconi.

Fase delicata

—  

Nell’ultimo bollettino il dottor Barbanera aveva spiegato: “Come conseguenza di quanto accaduto a Stefano e come previsto dal normale andamento di questa patologia, il paziente sta attraversando il periodo più critico. La nostra equipe sta portando avanti il trattamento farmacologico per contrastare il vasospasmo cerebrale, ma la sua condizione clinica è altalenante. Si tratta infatti della fase più complicata che può evolvere rapidamente sia in senso positivo sia negativo purtroppo. Stefano sta continuando a lottare: i prossimi giorni saranno determinanti”. Lunedì dunque un nuovo, fondamentale aggiornamento.

Precedente Pioli: "Mancano sette punti per l'impresa. L'Inter? No, ieri ho guardato Alcaraz..." Successivo Napoli, Fabian Ruiz: "Volevamo vincere per i tifosi. Il gol? Ho avuto un po' di fortuna"

Lascia un commento