Il Diavolo ha fame, ma occhio alle Streghe. L’Inter per il sorpasso

Conte riaccende il campionato all’ora di pranzo: con il Crotone cerca l’ottava vittoria consecutiva e la cima. Pioli a Benevento senza Theo e Ibra, ma ritrova Kjaer e Kessie. Per Pirlo l’Udinese e 45 giorni decisivi

Eccoci nel ’21. Che poi è stato il numero di Ibrahimovic e di Pirlo. Ma prima di arrivare all’attesissimo incrocio tra la capolista e i campioni in carica del 6 gennaio, a San Siro, per le grandi del campionato c’è da pedalare un’apparente tappa di trasferimento. Occhio, in questi casi, spesso, scattano i trappoloni, anche perché un calendario di partite ravvicinate impone il ricorso al turnover che altera valori e assetti. Riprendere dopo una pausa, poi, aggiunge sempre un pizzico di imponderabile.

Precedente Difende, corre e segna gol decisivi: che Letizia. Occhio Milan, anche Pippo ha il suo Theo Successivo Udinese, Gotti: "Troveremo una Juve arrabbiata"

Lascia un commento