Il Cittadella rimonta e affonda la Sampdoria di Pirlo: finisce 2-1 con la prodezza di Branca

Nel posticipo della quinta giornata di Serie B, i blucerchiati trovano la terza sconfitta su tre in casa: La Gumina illude, ma nella ripresa arriva la rimonta della squadra di Gorini

Michele Antonelli

18 settembre – MILANO

Il gol capolavoro di Branca ribalta la Samp e archivia il monday night regalando tre punti d’oro al Cittadella. A Marassi, il sinistro al volo del capitano risolve una partita ingarbugliata e porta i veneti al settimo posto in classifica, a 8 punti. Dopo cinque partite, si fa sempre più dura per Pirlo, sommerso insieme alla squadra dai fischi del pubblico: i blucerchiati sono quintultimi, ancora fermi a quota 2.

la gumina illude

—  

La Samp, alla ricerca dei primi tre punti in casa, parte piano e si scioglie con il passare dei minuti. Qualche leggerezza difensiva di troppo rischia di complicare i piani di Pirlo, che tira un paio di sospiri di sollievo sulle conclusioni di Pittarello. Poi, a risolvere un primo tempo complicato, è il killer instinct di La Gumina. Il numero 20 blucerchiato trova il secondo centro in campionato a ridosso dell’intervallo: stop magistrale in area su cross di Verre, girata di destro e 1-0. Il fotogramma da salvare arriva durante l’esultanza, con l’attaccante che manda un abbraccio virtuale al compagno di squadra Ferrari – appena operato al ginocchio – mostrando la sua maglia.

decide branca

—  

Nella ripresa, il Cittadella entra con la voglia giusta e agguanta il pari alla prima occasione. Il cross di Carissoni, appena entrato, trova in area Magrassi, preciso nella deviazione da due passi che vale l’1-1. La squadra di Gorini alza il baricentro e sfiora il vantaggio con la conclusione al volo di Pavan, pescato da calcio d’angolo: risposta super di Stankovic. Questione di tempo, perché il Cittadella la ribalta a metà ripresa con il capolavoro di capitan Branca, che pietrifica Marassi con un sinistro al volo dal limite. La reazione blucerchiata arriva con la gran giocata di Pedrola, che a 20’ dalla fine centra il palo con un bel destro a giro dalla distanza. La Samp avanza con qualche guizzo del neo entrato Stojanovic e tanto cuore negli ultimi minuti, ma non basta. Finisce 1-2: esulta solo Gorini e per la Samp arriva la terza sconfitta su tre partite in casa, tra i fischi dei tifosi. Per Pirlo, il momento è nero.

Precedente Baroni spinge il Bologna: “Farà un grande campionato. Zirkzee regista offensivo” Successivo Torino, salto di qualità nel segno di Radonjic e Zapata. Salernitana, ora si fa dura