Il Chelsea passa a Brighton e vede l’Europa, il Manchester United aggancia il Newcastle

Gol ed emozioni nei due recuperi della 34ª giornata dei Premier League, in attesa dell’ultimo turno che domenica prossima (19 maggio) decreterà chi tra Manchester City e Arsenal vincerà il campionato (con la squadra di Pep Guardiola, detentrice del titolo, ora prima a +2 sui ‘Gunners’ londinesi).

Premier League: la classifica

Premier League: risultati, tabellini e calendario

Chelsea, colpo per l’Europa a Brighton

Colpo del Chelsea in casa del Brighton di Roberto De Zerbi, battuto 2-1 grazie alle reti segnate da Palmer (34′) e da Nkunku (64′), entrato prima dell’intervallo al posto di Mudryk costretto a uscire per infortunio. La gara sembra archiviata ma nel finale i londinesi restano in dieci per il rosso a James e dopo il palo colpito da Adingra nel recupero i padroni di casa accorciano le distanze con Welbeck al 98′. Troppo tardi per evitare la quarta vittoria consecutiva dei ‘Blues’, che a una giornata dalla fine del torneo occupano da soli il sesto posto che garantirebbe il pass per la Conference League.

Brighton-Chelsea 1-2: cronaca, statistiche e tabellino

Il Manchester United batte e aggancia il Newcastle

A tre lunghezze dal Chelsea ci sono però appaiate Manchester United e Newcastle dopo lo scontro diretto vinto per 3-2 dai ‘Red Devils’ tra le mura amiche di Old Trafford. I padroni di casa passano in vantaggio con Mainoo (31′) ma a inizio ripresa gli ospiti pareggiano con Gordon (49′). Ci pensa allora Diallo a riportare lo United avanti (57′) con l’ex atalantino Hojlund che cala il tris all’84’, due minuti dopo essere entrato in campo. Il Newcastle non molla ma il gol di Hall (92′) arriva quando ormai è troppo tardi per evitare il ko e l’aggancio in classifica da parte dei ‘Red Devils’ (che hanno anche il derby in finale di FA Cup contro il City da giocare).

Manchester United-Newcastle 3-2: cronaca, statistiche e tabellino


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Spalletti rivede Totti all’Olimpico sette anni dopo: cosa si sono detti Successivo All'Olimpico fa festa Allegri: Gasperini, per il primo trofeo c'è un'altra occasione

Lascia un commento