Il cane non può entrare, Luca Toni si infuria sui social: è bufera

Ha dell’incredibile quanto successo a Luca Toni. L’ex attaccante, campione del Mondo nel 2006, si è recato a Reggio Emilia per assistere alla partita del proprio figlio, militante nel settore giovanile del Sassuolo. Il match tra i neroverdi e la Reggio Calcio si è disputato al circolo Onde Chiare, ma Toni è rimasto clamorosamente fuori per un motivo che l’ha fatto infuriare. 

Toni infuriato, cosa è successo?

Toni si è recato al circolo con il proprio cane, Stella. L’ingresso gli è stato vietato perché non è consentita la presenza di animali all’interno della struttura. Una decisione che ha fatto infuriare Toni, tant’è che ha denunciato il tutto attraverso i social: “Follia. Siamo nel 2024 e in questo circolo di Reggio Emilia i cani non possono entrare. Complimenti”. Poi inquadra il suo cane al guinzaglio e continua: “Guardatelo questo cane così cattivo… Purtroppo in questo circolo entra di tutto, ma i cani no…”. Successivamente, Toni ha pubblicato un nuovo video: È uscito il megadirettore per dirmi che a causa di problemi igienici i cani non vengono fatti entrare dato che c’è una terrazza con piscina. Peccato che oggi (ieri, ndr) la piscina fosse chiusa… Follia”.

La spiegazione del direttore del circolo 

Attraverso le colonne de Il Resto del Carlino, il direttore del circolo Enrico Cavazzoni ha spiegato la propria posizione: “In nessun circolo di Reggio Emilia è permesso ai cani di entrare. Ci sono norme igieniche da rispettare e stavamo allestendo il solarium per la prossima apertura. Nessuno dei 700 soci si è mai lamentato, se tutti portassero i propri cani qui sarebbe una situazione ingestibile. Inoltre non è vero che abbiamo negato al signor Toni la possibilità di vedere la partita di suo figlio. Come lui stesso ha fatto poco dopo, si poteva aggirare il circolo e arrivare direttamente davanti alla recinzione dei campi da gioco. Ho spiegato tutto ciò in maniera gentile, ma lui ha preferito fare una storia su Instagram come un 16enne…”. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente La scalata di Vicario: dalla gavetta al grande calcio e alla Nazionale Successivo De Rossi inedito dopo Roma-Sassuolo: cosa ha fatto per Kumbulla e il papà

Lascia un commento