Il Bruges sta per cedere, De Ketelaere si avvicina al Milan

Ci sarebbe il retroscena di una clamorosa offerta inglese dietro l’ormai inspiegabile tormentone che accompagna la trattativa di De Ketelaere al Milan. In effetti, non potrebbe spiegarsi in altro modo il fatto che le due società stiano ormai trattando da due o tre settimane con un differenza tra domanda e offerta che non sembra superare i tre milioni di euro, senza però mai concludere. E non sono stati sufficienti un viaggio di Maldini e Massara a Bruges, la scorsa settimana, e un blitz martedì a Lugano, sempre da parte dei due dirigenti milanisti, per definire l’acquisto del giocatore belga.
Facciamo un salto indietro. Charles De Ketelaere da settimane ormai è nel mirino del Milan, quasi subito inserito dai campioni d’Italia in cima alla lista della spesa. La nota lentezza nel rinnovare il contratto di Maldini e Massara ha fatto sì che non si riuscisse a definire subito la trattativa, anche se i termini erano stati già ipotizzati e il Milan aveva già ottenuto l’ok del giocatore. Quando poi finalmente Maldini e Massara sono tornati operativi, si sono trovati di fronte un deciso cambiamento di rotta da parte del Bruges, che nel frattempo aveva ricevuta un’offerta di 40 milioni di euro (ben dieci milioni in più rispetto ai pre-accordi con il Milan) da parte del Leeds che, a detta dei belgi, cambiava decisamente le carte in tavola. Ecco perché, da allora in avanti, è stato un lungo e a volte anche insopportabile testa a testa, ognuno con le sue ragioni.
Se infatti, De Ketelaere è stato fermo sulle sue posizioni, rifiutando l’ingaggio più alto che gli era stato nel frattempo offerto dalla Premier, il Bruges, forte dei 40 milioni inglesi, ha certa di monetizzare il più possibile anche cn il Milan. Maldini è andato incontro al club belga, almeno in parte, alzando l’offerta a 30 milioni più 3 di bonus, ancora insufficiente, ma ritenuta esaustiva, in quanto già migliorativa di quella sulla quale si erano accordati i due club a giugno.
Ora comunque, il tempo delle schermaglie pare finito. E il Bruges, a fronte di un ultimo sforzo da parte del Milan (altri due milioni di bonus, non difficili da raggiungere, per una cifra complessiva che si avvicina ai 35 milioni) starebbe per cedere. E mettere finalmente la parola fine a quella che ormai era diventata una vera e propria telenovela di mercato, consegnando a Pioli un giocatore fondamentale per la costruzione della squadra e sbloccando il mercato del Milan che a quel punto potrà dirigersi anche verso altri obiettivi.

Precedente Cristiano Ronaldo prigioniero di sé stesso Successivo Calciomercato Serie C, Crotone: arriva Giron dal Palermo

Lascia un commento