Il Barcellona batte la Real Sociedad e si riprende il secondo posto

BARCELLONA (SPAGNA) – Controsorpasso riuscito! A una settimana dalla dolorosa sconfitta nel derby col Girona, che aveva permesso alla cenerentola catalana di riportarsi al secondo posto, il Barcellona coglie al balzo il pareggio dei cugini nella visita all’Alaves per riprendersi la posizione che varrebbe la partecipazione alla prossima final four di Supercoppa di Spagna di Riad, superando la Real Sociedad. A Montjuic, sblocca al termine del primo tempo Lamine Yamal. Negli ultimi scampoli della ripresa, arriva anche il raddoppio dal dischetto di Raphinha. Delusione per i baschi, che chiudono la giornata al 7º posto, alle spalle del Betis Siviglia.

TUTTO SULLA LIGA

Gli schieramenti

Deciso a non farsi sfuggire la ghiotta possibilità di riprendersi il secondo posto in classifica, Xavi se la gioca con il miglior undici a disposizione. Unica novità, l’ex Iñigo Martinez preferito all’opaco Ronald Araujo degli ultimi tempi. Confermatissimo il tridente offensivo, formato da Lamine Yamal, Lewandowski e Raphinha. Imanol Alguacil risponde con la difesa a tre, protetta da un quartetto di centrocampo, con le due mezzepunte Brais Mendez e Oyarzabal alle spalle del principale referente offensivo, Sheraldo Becker.

Sblocca Lamine

Nei primi scampoli, i baschi si rivelano piuttosto insidiosi, cercando con insistenza il lancio in verticale per Sheraldo Becker, che a metà frazione si vede annullare un gol per un millimetrico fuorigioco. Scampato il pericolo, il Barça si sveglia all’improvviso e, dopo un’incursione di Lamine Yamal, risolta da un intervento alla disperata dell’ottimo Pacheco, al 37’, coglie la base del palo con un tiro improvviso dal limite di Raphinha. È la premessa del pregevole gol dello scatenato Lamine, che sblocca il risultato al termine di una giocata iniziata con uno spettacolare lancio nello spazio di Lewandowski per Gundogan, che poi confeziona l’assist vincente per il sedicenne blaugrana, al 5º gol nel torneo.

Controsorpasso riuscito

Il più attivo, ad inizio ripresa, è Raphinha, che ci prova due volte con due bolidi dalla lunga distanza. Il primo tentativo sorvola di poco la traversa, il secondo trova la risposta del reattivo Remiro, che toglie il pallone dall’incrocio. La Real Sociedad risponde con uno spunto di Brais Mendez, che ruba palla al limite dell’area catalana, fa secco Cubarsì, ma poi fallisce di un nulla il diagonale. A questo punto, i due tecnici si giocano diversi cambi, tra gli altri appare, tra i padroni di casa, Ferran Torres, che al primo pallone toccato impegna severamente Remiro, che in qualche modo devia in corner. Nel finale, il Barça aumenta la pressione e, in pieno recupero, trova il raddoppio grazie a un calcio di rigore, causato da un fallo di mano dell’ex Fiorentina Odriozola, che realizza Raphinha. Sorpasso sul Girona riuscito. E domani si riparte subito con i primi tre anticipi della 36ª giornata. In campo anche il Real Madrid, che ospita l’Alaves con più di un pensiero alla finalissima di Champions League col Borussia Dortmund del prossimo primo giugno.

CLASSIFICA LIGA


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Il Fenerbahce ci prova con Mourinho: offerta per allenare in Turchia Successivo L'Aston Villa rimonta 3-3 il Liverpool: esce Zaniolo, Duran entra e fa doppietta!

Lascia un commento