Ihattaren non lascia e vuole tornare a giocare: Samp e Juve alla finestra

L’olandese, dopo la fuga dall’Italia, il lungo silenzio, le mille voci sul suo conto, ha dichiarato la volontà di riprendere l’attività ma non si conoscono le tempistiche

Lascia il calcio. No, vuole riprendere l’attività, ma non in Serie A. Anzi, tornerà in Italia, ma solo a gennaio. Il tormentone-Ihattaren si arricchisce ogni giorno di nuovi capitoli. Il baby talento olandese acquistato dalla Juventus l’ultimo giorno del mercato estivo, e dopo poche ore ceduto in prestito alla Sampdoria, avrebbe dato di nuovo sue notizie (dopo un silenzio che durava dal 12 ottobre) a un sito straniero, dichiarando la volontà di tornare al calcio giocato. Con quale tempistica, esattamente non si sa. Il condizionale è d’obbligo, ma la sostanza non cambia. La società blucerchiata rimane alla finestra, visto che di fatto il club principalmente coinvolto dallo strano comportamento dell’attaccante diciannovenne è la Juventus, che ne ha acquistato il cartellino. La vicenda-Ihattaren, a Utrecht e dintorni, sta facendo parlare e discutere ormai da quando il giocatore tre settimane fa aveva fatto precipitosamente ritorno a casa adducendo motivi familiari.

Quasi un estraneo

—  

Già il suo cammino iniziale a Genova non era stato semplice, e non per colpa della Samp. Presentatosi sovrappeso a Genova, con oltre cinque chilogrammi sopra il suo peso forma, con una condizione fisica – diciamo così – approssimativa, la Samp gli aveva comunque preparato un programma di lavoro personalizzato per consentirgli di rientrare in gruppo presto. Invece, quando la situazione fisica pareva in via di normalizzazione, Ihattaren è scappato a casa, dandone comunicazione quando era ormai in viaggio per l’Olanda. La Samp ha dato la sua disponibilità ad aiutarlo, anche sotto il profilo psicologico. Tentativi vani. Difficile ora capire gli sviluppi della storia. I rapporti con il suo manager, Raiola, sembrano tesi, ma comunque se anche Ihattaren dovesse decidere di tornare in Italia, ci sono molti aspetti del suo comportamento che dovrebbe chiarire, anche perché la Samp si è venuta a trovare – almeno sino a gennaio – senza un elemento della rosa. Al di là di quello che può comportare un’inattività agonistica che per il giovane Mohamed dura ormai dalla passata stagione.

Precedente Diretta/ Leverkusen Betis streaming video tv: a braccetto (Europa League) Successivo Bonucci e non solo: lo dicono i numeri, la vera regia della Juve è in difesa

Lascia un commento