Ibrahimovic e Kessie, quanti gol in scadenza: un problema per il Milan

Zlatan ha segnato più di tutti i rossoneri in questa stagione, Franck è stato il miglior marcatore del 2021 (15 gol): entrambi hanno il contratto solo fino a giugno

Riavvolgiamo il nastro della Serie A e torniamo indietro di un girone. Roma-Milan, 31 ottobre 2021: finisce 2-1 per i rossoneri, che sbancano l’Olimpico con una punizione di Zlatan Ibrahimovic e un rigore di Franck Kessie. Firme non casuali, perché entrambi sono leader del Milan in quanto a gol segnati, considerando due classifiche differenti: Ibra è il rossonero che ha realizzato più reti nella stagione in corso (7 finora tra campionato e coppe), mentre il “Presidente” è stato il più prolifico nell’anno solare 2021 (15 tra Serie A ed Europa League). Zlatan e Franck, sempre loro. Uniti anche da un dettaglio non secondario: il loro patto col Diavolo, inteso come contratto, scadrà a giugno 2022.

Pochi sostituti

—  

Il Milan di Stefano Pioli, va detto, non è una squadra che fatica moltissimo a trovare la porta avversaria. Anzi, il gioco propositivo e brillante dei rossoneri è stato apprezzato e applaudito da più parti, compreso un maestro del bel calcio come Arrigo Sacchi. Quando va “in scadenza” un numero di reti significative come quello garantito da Ibra e Kessie, però, bisogna correre ai ripari. Sono gol che vanno blindati o sostituiti, anche perché in rosa c’è pochino da questo punto di vista. O meglio, ci sono elementi in grado di incrementare la propria vena realizzativa (Leao) o di infilare strisce di partite “on fire” (Rebic), ma mancano goleador continui nel rendimento. E quando parte un super attaccante da 25-30 gol a campionato, come insegna il caso Juve con Cristiano Ronaldo, non è detto che gli ex compagni riescano a sopperire in fase offensiva.

Situazioni diverse

—  

Ibrahimovic, sia chiaro, è tutt’altro che perso: tra qualche mese l’agente Raiola e il Milan si ritroveranno al tavolo per intavolare il discorso sul possibile rinnovo di un ulteriore anno. Esito impossibile da prevedere adesso, dipenderà dalle richieste di Zlatan e più ancora dall’efficienza fisica che il fuoriclasse svedese avrà dimostrato nei prossimi mesi. Kessie invece oggi è lontano, lontanissimo da un futuro in maglia Milan. E per Pioli è un gran peccato, proprio ora che gli aveva cucito addosso un nuovo vestito da trequartista, sfoggiato con eleganza a Empoli prima della sosta natalizia.

Precedente CALCIOMERCATO NAPOLI/ Insigne verso l'addio a giugno, asta per Reinildo Successivo West Ham, occhi su Gabigol per l'attacco. Il club avrebbe già parlato con il giocatore

Lascia un commento