Ibra tra palco e campo: come farà a dividersi tra Sanremo e il Milan?

Dopo l’annuncio di Amadeus sullo svedese ospite fisso, c’è da capire in che modo Zlatan interverrà al Festival

I bookmakers hanno già quotato i favoriti per la vittoria finale del Festival di Sanremo – per il momento è corsa a due tra la coppia Fedez-Michielin e i Maneskin – ma da qualche ora sul web si parla quasi solo del toto-Ibra: Zlatan sarà fisicamente presente sul palco dell’Ariston? Quante volte? E se sì, come farà a conciliare musica dal vivo e impegni con il Milan?

Tra palco e campo

—  

A ufficializzare quanto era filtrato nei giorni scorsi è stato Amadeus, conduttore e direttore artistico del prossimo Festival: “Ibra ci sarà tutte e cinque le sere e non salterà nessuna partita del Milan, nonostante io da interista ci abbia provato in tutti i modi”. Dunque, Ibra sarà ospite fisso a Sanremo 2021, in programma dal 2 al 6 marzo. Nulla da dire, se non fosse che proprio in quei giorni il suo Milan scenderà in campo due volte, il 3 nel turno infrasettimanale contro l’Udinese a San Siro (25ma giornata, orario ancora da definire) e il 7 al Bentegodi di Verona, contro l’Hellas (26ma giornata): si giocherà alle 15, all’indomani della finalissima del Festival. Sui social il dibattito è aperto e i commenti dei tifosi rossoneri e interisti oscillano tra l’ironia degli inseguitori in classifica (c’è chi ringrazia Amadeus di aver “tirato la volata scudetto a Conte”), la preoccupazione (sponda Milan, in molti si chiedono come farà Ibra a dividersi tra allenamenti, partite e televisione) e la curiosità di vedere il leader rossonero all’opera con orchestra e microfoni. A due mesi dall’inizio del Festival, è ancora troppo presto per dare risposte definitive, anche perché la situazione sanitaria legata all’emergenza Covid potrebbe cambiare di qui ai giorni dell’evento. Quel che è certo, però, è che il Milan resta la priorità dell’attaccante svedese: i suoi interventi a Sanremo – che saranno sempre organizzati insieme al club e a Pioli − potrebbero concretizzarsi attraverso dei collegamenti live in videoconferenza, con dei video registrati prima di scendere in campo oppure con una presenza fisica sul palco dell’Ariston. Calendario permettendo.

Precedente Inter, vertice alla Pinetina: mercato ragionato con vista sullo scudetto Successivo Aspettando Paredes, quanti argentini hanno acceso la mediana dell'Inter

Lascia un commento