I rimbalzi sui muri, i video di Juninho, le minacce: alle origini del Principe Calhanoglu

Da Mannheim a Karlsruhe, da Amburgo a Leverkusen: già a 23 anni prima di sbarcare in Italia aveva vissuto l’inizio di carriera in Germania con l’intensità di una carriera intera

Talento, lodi, ma tante, tante, polemiche. La carriera di Hakan Calhanoglu in Germania è cominciata fra alti e bassi. Un equilibrio perfetto nella sua imperfezione fra campo e vita privata. Perché il turco che ora è uno degli uomini più importanti nello spogliatoio dell’Inter, è a lungo stato accusato di non essere maturo. Di creare problemi. Di scherzare su temi delicati. Poi però trascinava le sue squadre: Karlsruher, Amburgo e Leverkusen. Ovunque è andato i tifosi erano pazzi di lui. 

Precedente Diretta Salernitana-Roma, segui la partita di oggi LIVE Successivo Il Milan punta l'Europa: Pioli fissa l'obiettivo Coppa per rilanciare la stagione

Lascia un commento