I numeri spingono l’Inter, ma Inzaghi deve stare attento ai finali dell’Udinese

Solo l’Atalanta ha fatto più gol dei friulani nei 15′ finali. Però i nerazzurri hanno vinto sei delle ultime otto sfide in A

Dopo il pesante k.o. contro il Bologna, l’Inter riparte dall’Udinese: in campo alla Dacia Arena domenica alle 18. La lotta scudetto è ancora aperta, i rossoneri restano a +2 e alla fine mancano quattro giornate.

ULTIMI RISULTATI

—  

Nelle ultime sei gare di campionato, la squadra di Cioffi ha rimediato una sola sconfitta (contro la Salernitana, 1-0) poi quattro successi e un pari. Il k.o. col Bologna ha interrotto la striscia di undici risultati utili consecutivi dell’Inter tra Serie A e Coppa Italia. In campionato, gli uomini di Inzaghi non perdevano dal 20 febbraio contro il Sassuolo.

I PRECEDENTI

—  

L’Inter ha vinto sei delle ultime otto gare contro l’Udinese in A (2N) e in questo parziale per ben sette volte non ha subito alcun gol. Il successo friulano più recente è arrivato il 16 dicembre 2017: 3-1 a San Siro firmato Lasagna, De Paul e Barak. Solo Icardi per i nerazzurri. Nelle recenti otto sfide in campionato alla Dacia Arena, sei vittorie nerazzurre e due pari: entrambi senza reti. E’ addirittura da nove anni che l’Udinese non batte l’Inter nel girone di ritorno di A: era il 19 maggio 2013 (5-2 a San Siro con Guidolin in panchina). Ancor prima l’ultima vittoria casalinga dei friulani nella seconda parte di campionato: 23 gennaio 2011 (3-1).

IL MOMENTO

—  

Udinese e Inter sono le squadre che hanno mantenuto la media punti più alta in campionato nel mese di aprile: friulani con 2.2, nerazzurri con 2.4. In tre delle ultime sei partite di A, la squadra di Cioffi ha segnato almeno quattro gol. Uno scorse molto positivo, riuscito appena tre volte nelle precedenti 163 gare di campionato. Gli uomini di Inzaghi dovranno tenere d’occhio gli avversari soprattutto nel quarto d’ora finale: 16 reti, meno solo dell’Atalanta con 18. Sempre in gol in quel parziale in tre delle cinque uscite recenti.

Precedente Roma, timori confermati per Mkhitaryan: lesione al flessore, venti giorni di stop Successivo La Serie A sbarca nel metaverso con Milan-Fiorentina

Lascia un commento