I fratelli diversi: un padre unico, idee opposte. Juve-Dea è Max contro Gasp

Aspettare o aggredire? Essere l’erede di Capello o ispirarsi a Van Gaal? Allegri e Gasperini domani si giocano un pezzo di stagione in un bel confronto tra figli di Galeone. Con tratti in comune: la capacità di creare calciatori e… il mare

Luca Bianchin – Marco Guidi

26 novembre – Milano

Massimiliano Allegri e Gian Piero Gasperini sono fratelli, ma non si somigliano. Fratelli perché hanno un padre in comune: Giovanni Galeone, che ha allenato entrambi a Pescara e per entrambi – per Allegri… di più – è stato maestro. Certo, Max&Gasp hanno fatto scelte così diverse da sembrare più opposti che simili: così, chi ama uno spesso non ha stima dell’altro. Domani si giocheranno un (bel) pezzo di stagione in 90 minuti, così anticipiamo: li facciamo giocare uno contro uno per sei aspetti diversi del loro lavoro.

Precedente Mai così tanto in gol: ora Brekalo è l'arma in più del Toro di Juric Successivo Probabili formazioni Juventus Atalanta/ Diretta tv, Muriel verso la panchina

Lascia un commento