I consigli di Albertini: “Subito Adli. Ndombelé mi piace. E a giugno un bomber”

L’ex centrocampista rossonero: “Botman è un profilo adatto al Dna Milan. Il club deve pensare anche all’erede di Ibra”

Premessa: “Ho sempre reputato il mercato di gennaio complicato, perché per centrare i grandi colpi devi individuare casi limite come quello di Ibra due anni fa, o profili in uscita che spingano per partire subito, come accadde per Eriksen all’Inter”. Conclusione: “Rinforzi o meno, questo Milan può vincere lo scudetto anche così com’è, perché ha creato una filosofia che è la sua forza e che gli permette di stare in alto da due stagioni”.

Precedente Juve-Morata, incontro a nervi distesi: lui vuole il Barça, ma prima serve un sostituto Successivo Milan-Roma il giorno dell'Epifania: nel 2004 i protagonisti furono Sheva e Cassano

Lascia un commento