I 50mila euro a gol, il legame con la Spagna e… il Monza. Dietro il miracolo Guinea Equatoriale

La Nazionale del Tuono dopo aver umiliato la Costa d’Avorio punta al podio della Coppa d’Africa. Ex colonia spagnola, il presidente-dittatore promette soldi a palate. L’attaccante era terzino fino a 30 anni e c’è chi ha fatto il salto di qualità in Brianza. Ma la squadra allenata da c.t. Micha fa sul serio. Ecco perché

Quando si è presentato in conferenza stampa prima del dentro o fuori contro la Costa d’Avorio, il ct della Guinea Equatoriale aveva un sorriso grande come l’isola di Bioko, la più importante del Paese. Ma come, state per giocare una delle gare di Coppa d’Africa più delicate della vostra storia recente e lei è così tranquillo? “Certo” ha risposto lui, “la pressione è tutta dalla loro parte. Sarà una gara difficile, ma per loro un po’ di più. Proveranno ad attaccarci da subito, ma saranno proprio gli spazi aperti a permetterci di sorprenderli nel loro stadio”. Parola di Juan Micha Obiang Bicogo, da tre anni ct equatoguineano. Chiedetegli se si è anche sognato tre numeri da giocare alla lotteria. Perché ha vinto lui 4-0, lasciando tutta la Costa d’Avorio (compreso Didier Drogba in tribuna) a metà fra l’incredulo e il disperato. 

Precedente Incubo Algeria: fatta fuori dalla Mauritania! Camerun thrilling: ribaltato il Gambia nel recupero Successivo Inter, che festa in aereo: Lautaro e compagni scatenati