Hoeness-Kroos, è guerra: “Abbiamo perso per far giocare lui… Basta”

Kroos non ha più un posto nel calcio di oggi? Qualcuno la pensa così ed è nata una polemica che sta coinvolgendo il centrocampista e due leggende del calcio tedesco.

Continua la resa dei conti nel calcio tedesco. L’eliminazione agli ottavi agli Europei non sarà un fallimento ai livelli del mondiale 2018, ma comunque, complice l’addio di Löw, si parla di una rivoluzione completa. A tirarsi fuori è stato Toni Kroos, che ha annunciato il suo addio alla Mannschaft. E visto che è stato lo stesso centrocampista a lasciare, in Germania più di qualcuno ha pensato che il calciatore del Real Madrid fosse un bersaglio facile. Ma ne è nata una polemica che lo sta coinvolgendo assieme a due leggende del calcio tedesco.

POSTO – Ad accendere la miccia, neanche a dirlo, è stato Uli Hoeneß. L’ex dirigente del Bayern Monaco ha parlato di Kroos ai microfoni di Sport 1 e non ha avuto certo parole positive nei confronti del regista del Real. “Nella terza partita di qualificazione al Mondiale abbiamo giocato con la difesa a tre perchè Löw doveva mettere Toni Kroos. Kroos non ha posto nel calcio di oggi, il problema principale è quello. Mi piace molto, ha giocato partite di livello mondiale e al Bayern ha fatto bene, ma il suo modo di giocare è antiquato. Qualcuno avrebbe dovuto dire ‘Kroos non c’entra niente con questo calcio coi suoi passaggi orizzontali’, avremmo dovuto giocare in maniera verticale, in avanti con palloni a tutta velocità”. Insomma, Kroos era una vestigia del passato e il suo addio non sarà così negativo per la Germania.

GIARDINIERE – Anzi, per Hoeneß è stato anche…troppo tardi. “Contro l’Inghilterra stavamo sotto 1-0 e nell’ultimo quarto d’ora Kroos non ha superato la linea di metà campo. Giocava sempre nel cerchio di centrocampo e in orizzontale contro una difesa schierata. Se avessimo giocato con la difesa a quattro e con Goretzka, Kimmich, Müller, Sane, Gnabry e Havertz ora saremmo in un’altra situazione. La Germania ha giocato un calcio terribile”. Ma Kroos non ha mantenuto il suo solito self control e ha risposto per le rime su Twitter. “Uli Hoeneß è un uomo con una grande conoscenza del calcio (anche se non era abbastanza per RTL), poco interessato alle polemiche e completamente in pace con se stesso. Proprio come il suo giardiniere”. E il giardiniere, se qualcuno se lo chiede, è Lothar Matthaus, che ha criticato anche lui Kroos e che tempo fa aveva litigato con il dirigente, che nel 2002 aveva detto: “Matthaus al Bayern? Nemmeno da giardiniere”. E le polemiche…crescono come piante.

Precedente Da Ronaldo a Chiesa: tutti i record stabiliti in questi Europei Successivo Verona, Faraoni: "Abbiamo iniziato con grande entusiasmo"

Lascia un commento